1976

Rocky

/ 19767.3398 voti
Rocky
Rocky

Rocky Balboa è un giovane italoamericano che vive a Philadelphia: tira ogni tanto di boxe e lavora per un usuraio, ritirando il denaro per suo conto. Per amore della timida Adriana e grazie all'aiuto di un vecchio allenatore che crede nelle sue capacità, Rocky sfida il campione in carica dei pesi massimi, Apollo Creed.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Rocky
Attori principali: Sylvester Stallone, Talia Shire, Burt Young, Carl Weathers, Burgess Meredith, Thayer David, Joe Spinell, Tony Burton, Joe Frazier, Jimmy Gambina, Jodi Letizia, Stan Shaw, DeForest Covan, Bill Baldwin, Lloyd Kaufman, Al Silvani, George Memmoli, Frank Stallone, Diana Lewis, George O'Hanlon, Larry Carroll, Frank Stallone, Don Sherman, Billy Sands, Simmy Bow, Jane Marla Robbins, Shirley O'Hara, Kathleen Parker, Hank Rolike, Frankie Van
Regia: John G. Avildsen
Sceneggiatura/Autore: Sylvester Stallone
Colonna sonora: Bill Conti
Fotografia: James Crabe
Produttore: Robert Chartoff, Irwin Winkler, Gene Kirkwood
Produzione: Usa
Genere: Azione, Drammatico, Sport
Durata: 119 minuti

Semplicemente stupendo / 13 Novembre 2016 in Rocky

Uno dei film più belli di sempre e forse il film a tema sportivo più bello di sempre. Fatto sta che Rocky non ha bisogno di tante presentazioni, era bello 40 anni fa, oggi è ancora spettacolare come allora. La storia è nota: Rocky (un giovane Sylvester Stallone che da qui ha dato il grande slancio alla sua carriera) è un pugile dilettante che non... continua a leggere » riesce a combinare niente di particolare, e per campare è pure costretto a lavorare per dei gangsters. Ha come amico Paulie (Burt Young), anche lui con mille problemi, ma, soprattutto è fratello di Adriana (Talia Shire), che diventerà la famosa compagna di Rocky. La sua vita cambia quando il campione dei pesi massimi Apollo Creed (Carl Weathers) si ritrova senza sfidante per il match per il bicentenario degli States, da disputarsi a Philadelphia. Intenzionato a fare il match comunque, si ritrova costretto a scegliere a caso uno sfidante locale, che è proprio lo "Stallone Italiano". Rocky si ritrova così con la più grande opportunità della sua vita, ma non sarà solo: lo allenerà e sarà suo manager Mickey (Burgess Meredith), proprietario della palestra dove Rocky si è sempre allenato, che lo disprezza in quanto talentuoso ma senza la mentalità giusta per sfondare. Verrà fuori un match epico, per nulla scontato, dove il campione dovrà vedersela con l'incredibile determinazione e bravura dell'improvvisato sfidate, che emoziona a dir poco ed è a pieno diritto una delle cose più epiche della storia del cinema. Ma non è bello solo il match, quanto tutto il contesto del film, a partire dai personaggi, tutti ben caratterizzati, capace di trasmettere grandi emozioni, molto curato e diretto bene. Fantastica anche la colonna sonora, con l'iconica "Gonna Fly Now" che è diventata una delle composizioni più famose di sempre. Un film semplicemente leggendario, immortale!

Rocky è leggenda / 11 Dicembre 2015 in Rocky

HA! La mia beata innocenza. Anni passati a sfottere Sylvester Stallone perché macho e brutto, quindi stupido. E invece era un eroe del cinema americano.
Il personaggio di Rocky è un sentimentale quasi cronico, uno coi sogni repressi nel cassetto, un'idealista della "terra delle opportunità", che non ha mai perso fiducia né nell'America, né in tutti... continua a leggere » gli altri omuncoli che l'hanno bistrattato come un sacco di carne. E vai di metafora.
Irascibile e saggio, muscoloso e docile, sfortunato e stoico, triste e comico, perdente e campione. Troppo falso? È la fabbrica dei sogni, bellezza.
La pista di pattinaggio, la macelleria, l'allenatore, il cognato, la scalinata, l'urlo finale e Bill Conti: basta la prima visione e ognuno di questi momenti è subito leggenda. Non faticherei a credere che negli anni 70 questo film, a qualcuno (oltre che a Stallone stesso), possa aver cambiato la vita.

16 Ottobre 2013 in Rocky

uno dei film migliori che abbia visto

Grande film / 22 Dicembre 2011 in Rocky

Il primo di una lunga e triste serie purtroppo ma di certo molto bello, almeno questo. La storia di questo pugile italo-americano è il sogno di molti che riesce a realizzare ma in una trama non scontata e molto piacevole. Bello...

Non fa male! / 15 Febbraio 2011 in Rocky

Non fa male...guardarsi qualche Rocky, si può dissentire sulla violenza della boxe e in parte lo faccio anche io ma alcuni messaggi arrivano da questo film. Non stò parlando di un trattato di sociologia,non credo questo fosse l'intento della produzione, ma la dimostrazione che in certi ambiti di vita "difficile" avere degli stimoli che per esempio... continua a leggere » provengano dallo sport può dare delle nuove possibilità. Nel primo episodio vedo anche una certa poesia( tenero l'inizio della storia d'amore con Adriana e la goffaggine di Rocky nel corteggiarla).Alcune frasi mi sono rimaste dentro tipo:" Ti hanno messo in testa che devi essere il primo in ogni cosa altrimenti sei un fallito...Beh cancella tutto la vita è un altra cosa." Oppure:"Vivere per niente... o morire per qualcosa:" e poi:"L'importante non è come colpisci:l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi...e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti!" e per chiudere:"Ma quello che sto cercando di dirvi è che se io posso cambiare, e voi potete cambiare, allora tutto il mondo può cambiare!!!" Ultima chicca il James Brown di Living in America di Rocky 4!