Recensione su Prospettive di un delitto

/ 20086.281 voti

10 Giugno 2011

Bellissimo thriller con un’idea abbastanza originale: presentare un delitto da diverse prospettive (ottimo anche il titolo italiano, in inglese suonava come punto di vista). E che delitto: quello del presidente americano.
La prima parte è orientata proprio a fornire diversi punti di vista della vicenda, si parte con la sala di controllo della regia (che serve anche a presentare l’evento) per poi passare dai diversi personaggi coinvolti (ciascuno in modo diverso) nella storia. E ogni personaggio aggiunge un piccolo pezzo in più (sia visivo ma anche di mistero).
La seconda parte è molto più d’azione.
Bravissimi gli attori: dal Matthew Fox (di Lost) a William Hurt, da Forest Whitaker a Dennis Quaid (solo x citarne alcuni).
Forse solo il finale è un pochettino al di sotto del resto del film ma è solo un’inezia. Anche se speravo in una spiegazione finale più esauriente.
Insomma un gran bel thriller d’azione.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext