Recensione su Pronti a morire

/ 19955.9133 voti

Omaggio di Raimi allo Spaghetti Western / 29 luglio 2014 in Pronti a morire

Sam Raimi (qui fortemente voluto da Sharon Stone) alle prese con un omaggio allo spaghetti western.
A ben vedere infatti il film è pieno di tutti quei tipici elementi che hanno caratterizzato il western nostrano. C’è il pistolero (qui donna) misterioso e taciturno, i duelli “epici”, l’avvenimento passato cruciale chiarito tramite una serie di flashback e molto altro.
Una meraviglia quindi? No perché purtroppo pur essendoci tutti i presupposti giusti la pellicola risulta parzialmente deludente.
La pecca principale è forse proprio la trama, essa infatti si basa principalmente su un torneo tra pistoleri, dunque non offre troppi spunti. I primi duelli risultano intriganti -grazie a Raimi che riesce ad omaggiare il passato pur aggiungendo soluzioni visive interessanti- dopo un po’ però si ha l’impressione di assistere ad un copia incolla continuo.
Personalmente non ho gradito molto neanche l’interpretazione della Stone, che ogni tanto sembra un po’ fuori posto, ma nientge di così terribile. Grande Hackman invece (ma che lo dico a fare).
Il film è stato forse eccessivamente criticato, a mio parere intrattiene bene e merita di essere visto, anche solo per godersi gli sprazzi di genialità di Raimi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext