Nymphomaniac: Volume II

/ 20136.9301 voti
Nymphomaniac: Volume II

Riprende il racconto di Joe, esattamente da dove lo avevamo lasciato. E’ ancora nel letto di Seligman, con il suo tè fra le mani e i lividi sul volto. Segni della sua vita disgraziata.
Ilcinemasecondome ha scritto questa trama

Titolo Originale: Nymphomaniac: Vol. II
Attori principali: Charlotte GainsbourgStellan SkarsgårdShia LaBeoufWillem DafoeStacy MartinUdo Kier, Jean-Marc Barr, Jamie Bell, Mia Goth, Michael Pas, Shanti Roney, Kate Ashfield, Sophie Kennedy Clark, Lien Van De Kelder, Laura Christensen, Caroline Goodall, Christian Slater, Uma Thurman, Tania Carlin, Maja Arsovic, Ananya Berg, Morgan Hartley, Andrea Thomsen, Tine Burn, Tabea Tarbiat, Janine Romanowski, Lawrence Sheldon, Ivan Pecnik, Jonathan Sawdon, Christopher Craig, Jacob Levin-Christensen, Kookie Ryan, Papou, Nicole Sandweg, Sarah Soetaert, Sami Loris, Christine Urspruch, Daniela Lebang, Omar Shargawi, Marcus Jakovljevic, Conny Dachs, Severin von Hoensbroech
Regia: Lars von Trier
Sceneggiatura/Autore: Lars von Trier
Fotografia: Manuel Alberto Claro
Produttore: Peter Aalbæk Jensen, Louise Vesth, Marie Gade Denessen
Produzione: Danimarca, Belgio, Germania, Gran Bretagna, Francia
Genere: Drammatico, Erotico
Durata: 124 minuti

6 Giugno 2015 in Nymphomaniac: Volume II

(Ho visto il film nel Director’s Cut; qui di seguito ne parlo come di un unico film, senza distinguere tra le due parti.)

Verso la fine del film, von Trier cerca di interpretare (con qualche contraddizione) le inclinazioni della protagonista come una sfida alla società e alle distinzioni di genere; in questo senso si esprime anche Joe alla fine delle sedute del gruppo di appoggio. Ma non c’è nulla di veramente eversivo nella vicenda; la «ninfomania» viene vissuta dalla protagonista sotto forma di compulsione, in cui non c’è gioia né esuberanza né orgoglio, come l’impassibile interpretazione di Stacy Martin (più di quella accorata della Gainsbourg) si incarica di chiarirci. Medicalizzare un comportamento è del resto il modo più sicuro per disinnescarne ogni elemento di possibile sfida alla cultura tradizionale.

L’impressione di una certa banalizzazione si fa maggiore con lo scorrere dei vari episodi: dall’innamoramento assai convenzionale per Jerôme alla malattia del padre di Joe, in cui von Trier spinge sul pedale di un facile patetismo; dalla ricerca spasmodica della soddisfazione che porta Joe al masochismo, all’episodio dell’aborto, in cui il regista sembra strizzare l’occhio ai prolife (non so quanto sinceramente). Forse per compenso, l’episodio finale di P. brilla per la totale gratuità e mancanza di credibilità.

Von Trier non sembra nutrire particolare simpatia per i suoi protagonisti: nell’episodio della psicologa del consultorio Joe appare in preda a un ribellismo autolesionista di rara idiozia; il pomposo Seligman è insopportabile e, nel grottesco finale, sembra dire di avere scherzato tutto il tempo.

Un film fallito, che lascia il sospetto d’essere solo un pretesto per titillare l’attenzione del pubblico con una spolverata di sesso.

Leggi tutto

18 Maggio 2015 in Nymphomaniac: Volume II

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Cast molto interessante. Monologo della Thurman spettacolare. Questo è il primo film che guardo di questo regista, un pò strano, fuori dalle righe, non lo posso affatto negare, ma come tutti sappiamo, sono proprio le persone più strane che creano dei capolavori. Finale un pò così. A parer mio, una caduta di stile di Seligman, che cede al piacere, ma dall’altro lato una Joe che sembra davvero ormai cambiata. Non è il classico film che si guarda per passare la serata.

Leggi tutto

Superbo… 7! / 15 Aprile 2015 in Nymphomaniac: Volume II

Resto dell’idea che spesso il “non vedere” alcune cose e lasciarle all’immaginazione renda il cinema migliore. Spesso il “troppo” rovina. e credo che vedere la Director’s Cut di questa 2a parte butti un pò di polvere agli occhi sul valore di questa pellicola. Una regia che si commenta da sè e una storia che in crescendo si dirige ad un epilogo inevitabile… ma poteva essere migliore. Di gran lunga un film impegnativo, perverso e carico, e anche se può sembrare volgare e apatico, Lars ha reso in cinema la sua idea di film. E’ questo che importa. 7.

Leggi tutto

BOOM! Sei stato Friendzonato / 7 Febbraio 2015 in Nymphomaniac: Volume II

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Nel complesso il film è a suo modo originale, il regista fa incontrare i due oposti , da un lato una ninfomane e dall’altro un verginello. I due personaggi sono complementari, la prima è “piena” di esperienze, l’altro invece sa tutto di tutto a livello teorico, più o meno.
Ecco che così si riesce a parlare di sesso mettendo in mezzo anche qualche botta di cultura, che siano lezioni sulla pesca o su un’opera musicale, che si parli di nodi o di Bach, l’intreccio che ne viene fuori è piacevole e per questo il film non cade nel banale. Unica nota di delusione, secondo me, è il finale, però sono punti di vista. Insomma, in quella stanza stavano i due opposti che avrebbero potuto incontrarsi, per Joe sarebbe stato solo un +1 nella lunga lista, e invece per il povero Seligman sarebbe stata un’ esperienza nuova che fin ora ha solo potuto immaginare, e invece proprio quando il colto Seligman, forse pensando che quella donna fosse capitata nella sua vita per mano della provvidenza, si fa coraggio, si cala le braghe e ci prova, ecco che lei no, è indisposta, proprio ora, si vuole liberare della dipendenza.
Per anni la Joe-di-sotto è stata più trafficata della stazione Tiburtina, una stazione in cui sono passati treni e vagoni di tutte le forme e colori, ma stasera no. Stasera non passa neanche un regionale qualsiasi, e il povero Seligman si ritrova friendzonato, e anche in maniera poco simpatica, visto che lei lo vede come il suo unico amico. Ahi ahi ahi povero Seligman, e pensare che l’aveva pure aiutata.

Leggi tutto

Delusione / 17 Novembre 2014 in Nymphomaniac: Volume II

Palloso e poi il finale penoso e scontato !!!