2010

Mangia, Prega, Ama

/ 20105.3340 voti
Mangia, Prega, Ama
Mangia, Prega, Ama

Tratto dall'omonimo romanzo autobiografico. Dopo un sofferto divorzio, Liz cerca di sfuggire alle proprie insoddisfazioni, dedicandosi ad un lungo viaggio intorno al mondo, alla scoperta del piacere del cibo (a Roma), della spiritualità (in India) e dell'amore (in Indonesia), che si tradurrà in una riscoperta di se stessa.
Anonimo ha scritto questa trama

Titolo Originale: Eat Pray Love
Attori principali: Julia RobertsJames FrancoJavier BardemBilly CrudupRichard JenkinsViola Davis, I. Gusti Ayu Puspawati, Hadi Subiyanto, A. Jay Radcliff, Mike O'Malley, Ashlie Atkinson, Lisa Roberts Gillan, Ryan O'Nan, Gita Reddy, Jen Kwok, Mary Testa, Tuva Novotny
Regia: Ryan Murphy
Sceneggiatura/Autore: Jennifer Salt, Ryan Murphy
Colonna sonora: Dario Marianelli
Fotografia: Robert Richardson
Costumi: Michael Dennison
Produttore: Dede Gardner, Jeremy Kleiner, Brad Pitt, Stan Wlodkowski
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Romantico
Durata: 133 minuti

Noioso, retorico, ridicolo / 28 Ottobre 2018 in Mangia, Prega, Ama

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Sono stata costretta a vedere questo film da una amica entusiasta. Mi è piaciuto così tanto che ogni volta che la mia amica si distraeva ne approfittavo per saltare qualche minuto di film (lunghissimo tra l’altro) portando avanti il cursore.
Julia Roberts è annoiata dalla sua bella vita e, dopo la fine di una storia d’amore, parte per cercare se stessa attraverso Italia, India e Indonesia.
In Italia ci va per il cibo e il film presenta un mix di stereotipi sull’Italia pizza & mandolino francamente indigesto. In India ci va per pregare, e tutto sommato la parte mistica è quella più decente di tutto il film. In Indonesia ci va per… s*****e e scegliere tra i due figaccioni di turno che si materializzano sulle spiagge indonesiane.
In teoria lei parte per cercare se stessa, ma l’impressione finale è che le è stato sufficiente trovare il suo figaccione preferito per trovare la felicità.
Sarò drastica, ma ho trovato il film francamente ridicolo.

Leggi tutto

l’importanza degli avverbi per un recensore / 1 Febbraio 2017 in Mangia, Prega, Ama

la recensione sarebbe dovuta essere una roba tipo:
titolo: “brutto”
commento: punto.
ma poi ho ricordato le linee guida del sito che invitano a non limitare la recensione al mero giudizio “bello/brutto” che non aggiunge niente alla discussione e quindi la modifico come segue:

oscenamente brutto, punto.

Poveri noi…. 5 / 29 Luglio 2015 in Mangia, Prega, Ama

5 per grazia. Una commedia agrodolce sulla felicità e l’infelicità, un viaggio attraverso cibo religione e sentimenti, che a tratti sfiora il patetico e altre scava nel profondo. Senza dubbio un’occhiata la merita, però preparatevi a una mediocre Julia Roberts, che ha avuto ruoli migliori! Non aspettatevi molto ma resta comunque un lavoretto appena godibile. La parte “In Italia” per me ha fatto pena. 5.

Leggi tutto

25 Marzo 2015 in Mangia, Prega, Ama

A me è piaciuto il film, mi rispecchio molto nella protagonista e penso che mi piacerebbe intraprendere un viaggio come il suo. Inoltre ho trovato interessanti alcune inquadrature e scene.

Noia e spaghetti. / 24 Marzo 2015 in Mangia, Prega, Ama

Noiosissimo, l’unica cosa che questo film mi ha lasciato è stata la voglia di viaggiare e di farmi una spaghettata notturna. Lo sconsiglio vivamente, a meno che non si cerchi un sonnifero.