Recensione su La quinta stagione

/ 20127.344 voti
8
Foto del profilo di Il

Il

E tutto si fermò / 2 Gennaio 2014 in La quinta stagione

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Quando la natura decide di farsi beffe di tutto e di tutti (anche di se stessa), gli abitanti di un piccolo villaggio rurale che vivono di essa, vengono sconvolti al punto da abbandonare anche loro, qualsiasi comportamento naturale. Un film raro con una fotografia eccezionale, dove tutto è fermo (anche la mdp). Questa perenne immobilità, forse appesantisce troppo un film già statico di suo e che peggio, di questa staticità sembra compiacersene; sarebbe stato utile, probabilmente, contrapporre un contrasto più forte (magari l’amore dei due giovani), più vivo e vivace al grigiore che porterà all’irreparabile che attende, vigliaccamente, dietro una maschera, dentro il branco. Al di là di questo relativo e personale “inconveniente” il film rimane pregno di tematiche profonde sparse nelle numerose chiavi di lettura; numerosi anche gli omaggi agli artisti conterranei (Bruegel su tutti). Terzo e ultimo capitolo di una trilogia (Khadak, Altipiano), il film per me è un capolavoro mancato che merita assolutamente di essere visto.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext