Recensione su Knock Knock

/ 20154.991 voti

La maschera dell’ipocrisia / 26 Marzo 2017 in Knock Knock

Eli Roth dirige un home invasion al femminile per scagliarsi contro l’ipocrisia del marito morigerato ed esemplare, quello devoto alla moglie e alla figliolanza, quello che ti porta la carrozzina con il bebe’ , che ti porta la spesa, che ti accompagna dal dottore, che ti cucina quando sei stanca e che se si trova davanti due giovani e avvenenti ragazze sotto i trenta ovviamente non le caccia di casa ma se le scopa senza problemi, fregandosene di moglie, figli e del suo essere marito e padre.
Le due ragazze distruggono e smantellano una vita che in fondo non e’ mai esistita, un castello fatto appunto di ipocrisia.
Alla fine un film discreto che per quanto mi riguarda non merita tutti i voti bassi che ho letto in giro.
Keanu Reeves e’ sempre un bellissimo uomo ma come attore continua a non farmi impazzire (troppo poco espressivo per i miei gusti), mentre le due ragazze sono troppo artefatte per sembrare vere.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext