2015

Joy

/ 20156.5274 voti
Joy
Joy

Joy Mangano è l'inventrice del Miracle Mop, un rivoluzionario bastone per le pulizie domestiche su cui la donna ha fondato un impero economico.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Joy
Attori principali: Jennifer LawrenceBradley CooperRobert De NiroDascha PolancoEdgar RamírezElisabeth Röhm, Virginia Madsen, Isabella Rossellini, Diane Ladd, Jimmy Jean-Louis, Drena De Niro, Madison Wolfe, John Enos III, Donna Mills, Allie Marshall, Kristen Annese, Isabella Crovetti, Susan Lucci, Laura Wright, Melissa Rivers, Lexie Roth, Maurice Benard, Ken Howard, Ray De La Paz, Marianne Leone Cooper, Emily Nuñez, Aundrea Gadsby, Gia Gadsby, Tomas Elizondo, Zeke Elizondo, Alexander Cook, Luisa Maria Badaracco, Lori McCoy-Bell, Johnnie McQuarley, Gary Zahakos, Mateo Gómez, Jim Frangione, Erica McDermott, Melissa McMeekin, Carla Antonino, Marianne Bayard, Fiore Leo, Steven DeMarco, Damien Di Paola, Patsy Meck, Jeremiah Kissel, Dale Place, Bates Wilder, Paul Herman, Christy Scott Cashman, Colleen Camp, Patrick Pitu, Michael DeMello, Ken Cheeseman, Johnny Lee Davenport, Barry Primus, Jasmine Brooke White, Eliana Adise, Bill Thorpe, Jamell Washington, Pedro Sabino, Calidore Robinson, Naheem Garcia, Susan Garibotto, Stephanie Eaton
Regia: David O. Russell
Sceneggiatura/Autore: David O. Russell
Colonna sonora: David Campbell, West Dylan Thordson
Fotografia: Linus Sandgren
Costumi: Michael Wilkinson, Virginia Johnson, Donna Maloney
Produttore: David O. Russell, John Davis, Megan Ellison, Jonathan Gordon, Ken Mok, Matthew Budman, Joy Mangano, Mary McLaglen, Annie Mumolo, George Parra, Ethan Smith, John Fox
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Biografico
Durata: 124 minuti

Joy come gioia… / 29 Dicembre 2016 in Joy

Altra felice collaborazione tra Jennifer Lawrence, Bradley Cooper e il regista David O. Russell.
La pellicola è ispirata alla vita di Joy Mangano (interpretata dalla Lawrence, bravissima) inventrice del mocio magico per pulire i pavimenti.
Joy si dimostra subito una ragazzina in gamba con ottime capacità creative ma una vita difficile ha narcotizzato queste sue abilità.
Infatti Joy ha assistito al divorzio dei suoi genitori; il padre Rudy (Robert De Niro anche lui alla terza collaborazione con il trio citato precedentemente), meccanico che non riesce a stare da solo troppo a lungo, e la madre Terry (Virginia Madsen) telenovelas dipendente. Inoltre vivono con lei anche la nonna Mimi (Diane Ladd), l’unica che le dà un pò ascolto, l’ex marito Tony (Edgar Ramirez) aspirante cantante e con cui è rimasta in buoni rapporti e i suoi due figli. Come se non bastasse ha anche un rapporto non proprio idilliaco con la sorellastra Peggy.
Nonostante ciò quando un incidente su una barca le fa venire l’idea della sua invenzione, non si farà scoraggiare nè dai consigli sbagliati nè alle varie difficoltà che troverà sulla sua strada.
Grazie all’imprenditore Neil Warker (Bradley Cooper) riuscirà, con ancora altri ostacoli e rischiando tutto, nel suo intento.
Bel film con una donna che decide di rischiare tutto per imporre la sua invenzione al mondo.
Nel resto del cast da citare anche Isabella Rossellini nei panni di Trudy, la nuova compagna del padre di Joy.

Leggi tutto

Un pò incasinato ma positivo in fin dei conti / 28 Dicembre 2016 in Joy

Quando avevo letto che questa sarebbe stata la biografia della persona che aveva inventato il mocio per i pavimenti, mi era venuto un po’ da sorridere: si vedono biografie di sportivi, politici, cantanti, artisti, questa mi mancava. E mi sembrava un po’ azzardata. Bisogna dire che la mano di David O. Russell si vede eccome ed è lui, insieme ad una magistrale performance di Jennifer Lawrence, a tenere su il tutto. Per quanto riguarda la storia, un po’ complicata da riassumere: lei è una giovane madre, nelle vita gliene sono capitate di tutti i colori, e, seppur dotata di inventiva e brava a scuola, tra separazione dei genitori, matrimonio fallito -con l’ex marito sempre per casa-, figlia da mantenere, mamma rintronata e quant’altro, è stata costretta a rinunciare a i suoi sogni. Ma un giorno qualcosa cambia: è comunque una donna tenace e decisa, e inventa il famoso “Mocio” e prova a metterlo in produzione e commercio. All’inizio è un vero disastro, ma poi arriva l’incontro giusto, con uno del canale della QVC, e cambiano le cose. Col tempo, diventerà una delle più importanti imprenditrici americane. La storia insomma, non è niente di che (soprattutto se paragonata ad altri capolavori del regista come The Fighter o American Hustle) ma scorre abbastanza bene. Quanto al cast, tra gli altri troviamo Bradley Cooper, bene, nel ruolo dell’imprenditore di QVC che lancia Joy, Robert De Niro, il babbo di lei, che una volta tanto lo vediamo in un film discreto e recita anche abbastanza bene (certo, non è uno dei suoi personaggi maledetti e dannati neanche lontanamente, ma almeno non è un action scarso o commediola con Zac Efron, e questo mi fa tanto piacere) oltre che l’italiana Isabella Rossellini. Insomma, non certo un capolavoro, ma quantomeno interessante e coraggioso come tentativo.

Leggi tutto

Tra favole e intrigo / 31 Ottobre 2016 in Joy

Benché basato su una storia vera, il film ha tratti favolistici: una vicenda di caduta e redenzione, in un’atmosfera e con personaggi spesso surreali, tra cui si muove una Cerentola moderna. Andando avanti c’è però un sottile spostamento verso l’intrigo aziendale, ed è qui – proprio dove avrebbe dovuto risultare più realistico – che il film perde qualche colpo, in particolare nell’accentuare il carattere di vittima della protagonista: con il disimpegno improvviso del personaggio interpretato da Bradley Cooper dopo un fallimento che è solo colpa del suo canale televisivo, o con il rifiuto esageratamente meschino del padre di Joy e della sua compagna di accettare una responsabilità nel fallimento dell’azienda. Anche il finale sa un po’ di deus ex machina (benché il deus in questione viva a Hong Kong e non appaia mai sullo schermo). Nel complesso comunque un film piacevole, anche se lontano dal lussureggiante splendore di American Hustle, dello stesso regista.

Leggi tutto

Jennifer Lawrence, più figlia che mamma / 13 Aprile 2016 in Joy

Condivido lo spiazzamento degli estimatori del Russell illuminato (quello di The Fighter, Il lato positivo e American Hustle) di fronte a questo film. Una storia interessante non porta automaticamente ad una adeguata sceneggiatura, nonostante l’abilità registica; qui abbiamo una famiglia disfunzionale da screwball comedy, un contrappeso che risulta poco credibile per i tratti eccessivamente caricaturali alla faticosa ascesa di Joy, con dialoghi e plot-twist abbastanza prevedibili. Jennifer Lawrence è sempre brava, anche se questo ruolo non le si attaglia perfettamente (molto più efficace nei precedenti lavori di Russell); tira fuori la grinta nel ruolo di figlia amorevole sebbene incompresa, difetta nel profilo artistico di donna madre. Bradley Cooper a bassi giri, il solito De Niro mi ha stufato.

Leggi tutto

Meraviglioso / 23 Marzo 2016 in Joy

Davvero un bellissimo film, su una donna che non si è data per vinta e a lottato con tutta se stessa per quello in cui credeva e aveva realizzato.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.