Recensione su At the End of the Day - Un giorno senza fine

/ 20105.922 voti

film fantastico! *tono ironico* / 22 Novembre 2011 in At the End of the Day - Un giorno senza fine

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

un tizio chiamato “zio” assieme ad altri 2 (?) svitati, passa il tempo a far saltare in aria sopra delle mine anti-uomo che lui stesso ha interrato 10 anni prima, dei cani rubati dalle città vicine per poi squartarli come quarti di bue in una specie di macelleria artigianale.
un gruppo di ragazzi decide di passare una giornata a giocare con le armi soft air e si imbattono nei tre personaggi di prima. ne nasce una vera e propria caccia all’uomo che porta, in un modo o in un altro alla morte di tutti.

vorrei sapere se lo sceneggiatore di questa boiata è stato anche pagato. la trama è assolutamente inconsistente, la violenza c’è ma non si vede, la souspance è ai minimi storici e più si va avanti con la visione più ci si chiede che cavolo c’entrano le galline. le ultime due annotazioni.
poco prima del primo omicidio due ragazzi litigano se è il caso o meno raccontare un qualche genere di segreto riguardo al luogo in cui si trovano ma convengono che è meglio stare zitti.
verso la fine lo zio dice: “cosa gli racconto al comando, non era neanche in servizio oggi”. questi due spunti lasciati in sospeso sono la riprova che chi ha scritto il soggetto di questo film farebbe meglio a tornare a scrivere le frasi degli anonimi che si trovano nei baci perugina.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext