(500) giorni insieme

/ 20097.1798 voti
(500) giorni insieme

Lui - Tom - è uno di quelli che crede che un giorno la sua lei, l'unica e assoluta, incrocerà la sua strada, e la sua vita ne sarà trasfigurata. Lei - Sole - no, soprattutto perché non pensa in termini di grandi amori e persone speciali. I 500 giorni sono quelli che serviranno per capire se queste due visioni del mondo, dell'amore, e della relazione hanno una possibilità di conciliarsi. In mezzo accade tutto quello che deve accadere perché ciascuno si risvegli dal proprio sogno, passionale o anaffettivo che sia, e capisca che il senso del gioco, in fondo, è proprio questo: lasciare che le esperienze modellino le nostre convinzioni, e scoprire che la vita offre una gamma di possibilità molto più ampia di quella prospettata dagli ideali, romantici o cinici che siano. Il film ha ottenuto due nomination ai Golden Globes 2010 (una come miglior film brillante, l'altra per il protagonista) e il Breakthrough Screenwriter Award all'Hollywood Film Festival 2009.
wigelinda ha scritto questa trama

Titolo Originale: (500) Days of Summer
Attori principali: Joseph Gordon-LevittJoseph Gordon-LevittZooey DeschanelZooey DeschanelChloë Grace MoretzChloë Grace MoretzGeoffrey ArendGeoffrey ArendMatthew Gray GublerMatthew Gray GublerClark Gregg, Patricia Belcher, Rachel Boston, Minka Kelly, Ian Reed Kesler, Valente Rodriguez, Yvette Nicole Brown, Nicole Vicius, Charles Walker, Darryl Alan Reed, Gregory Thompson, Natalie Boren, Maile Flanagan, Darryl Sivad, Sybil Azur, Rebecca Lin, Alejandro Estornel, Nadine Ellis, Anthony Marciona, Katie Malia, Ryan Thomas, Christian Vincent, Tracy Phillips, Bryan Anthony, Reshma Gajjar, Tiffany Granath, Jennifer Hamilton, Alexandra Nicole Hulme, Kenneth Hughes, Christopher Martinez, Vivian Nixon, Nathan Prevost, Gelsey Weiss, Jennifer Lee Keyes, Gus Carr, Mostra tutti
Regia: Marc WebbMarc Webb
Sceneggiatura/Autore: Scott Neustadter, Michael H. Weber
Colonna sonora: Mychael Danna, Rob Simonsen
Fotografia: Eric Steelberg
Costumi: Hope Hanafin, Marcy Lavender
Produttore: Steven J. Wolfe, Mason Novick, Mark Waters, Jessica Tuchinsky
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Commedia, Romantico
Durata: 95 minuti

Dove vedere in streaming (500) giorni insieme

Sun o Summer / 29 Dicembre 2019 in (500) giorni insieme

Commedia romantica particolare diretta da Marc Webb.
Tom (Joseph Gordon-Levitt) è un architetto che però scrive biglietti di auguri per la società diretta da Vance (Clark Gregg visto in “Agents of Shield”). Un giorno arriva nella ditta Sole (in originale Summer, Zooey Deschanel) e per Tom è subito colpo di fulmine.
La storia non è narrata in modo lineare ma si va avanti e indietro nel tempo con gli alti e bassi del rapporto tra Tom e Sole. Il rapporto tra i due è particolare e il film racconta in modo abbastanza divertente il legame della coppia; spesso un episodio, ad esempio il cinema insieme, è poi rivisitato a distanza di tempo (lui da solo al cinema).
Nel resto del cast da citare Chloe Grace Moretz nei panni del “grillo parlante”, la sorella più piccola di Tom ma più coscienziosa di lui, Matthew Gray Gubler (Criminal Minds) è l’amico Paul. Ottima la colonna sonora.

Leggi tutto

500 days of summer / 30 Aprile 2017 in (500) giorni insieme

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ho trovato questo film una commedia agrodolce che tratta in maniera diversa rispetto alle commedie americane l’innamoramento anche non corrisposti) e tutte le seghe mentali che ci facciamo.
Il montaggio atipico con continui sbalzi temporali seguendo il flusso di coscienza del protagonista mi ha rimandato alla mente “io ed annie” di Allen.
La colonna sonora trascinata dagli Smith avvolge il tutto in un aura maliconica.
I due attori sono perfette nei ruoli recitate e il finale non è scontato.
Mi sono piaciuti alcuni passaggi come quello in cui raccontava cosa amava di lei, poi qualche scena dopo le stesse cose che dopo la rottura diventavano insopportabili, oppure la parte in cui lo schermo era diviso in due tra aspettative e realtà,o la parte al cinema con citazioni A bergman e godar.
Una commedia americana con guizzo di novità, molto molto hippster sicuramente .
Peccato che in italiano si sia perso il gioco di parole …

Leggi tutto

La traduzione è il male minore. / 14 Novembre 2016 in (500) giorni insieme

Andiamo con ordine.
La primissima cosa che mi ha fatto girare le palle è stata la “dedica” iniziale, che voleva sembrare probabilmente simpatica ma su di me ha avuto l’effetto di indispormi ed innervosirmi, dandomi l’impressione (confermata) di vedere un film patetico, senza spunti e che tentasse di sembrare reale ad ogni costo. La seconda cosa che mi ha fatto parecchio incazzare è stata la frase fuori campo che, in maniera molto originale, anticipa agli spettatori che quella che stanno per vedere non è una normalissima storia d’amore, cosa che lascia presagire che verrà proiettata l’ennesima, banalissima storia d’amore.
E siamo ancora nei primi 90 secondi di film.
Poi viene il bello, la presentazioni dei personaggi: lui, senza carattere ma ascolta gli smiths; lei, senza carattere ma ascolta gli smiths ed è bona (affermazione molto discutibile). Come potrà andare a finire?
Inutile anche il personaggio della bambina, nonostante l’unica cosa sensata del film provenisse dalla sua bocca (“ciccio, passati i 14 anni non è credibile che ti innamori di una qualunque perché ha i tuoi gusti musicali”).
La trovata di scorrere in avanti e indietro tra i giorni è un debole tentativo di rendere la trama interessante, la colonna sonora è completamente inchiavabile (davvero, non basta mettere buona musica per rendere accattivante una colonna sonora, bisogna semplicemente scegliere musica adeguata).
Il 5 è perché regia e interpretazioni erano tutto sommato buoni.

Leggi tutto

Colora la mia vita con il caos dell’inquietudine / 7 Ottobre 2015 in (500) giorni insieme

Stendiamo ovviamente un velo pietoso o un telo veloso o un pelo vietoso sulla traduzione del titolo. Ho dato 9 stelline per un film che effettivamente ne merita 6 abbondanti. Buona recitazione, ottime colonne sonore ma una trama che sì, non merita l’oscar per l’originalità.
Tuttavia nella sua forse eccessiva banalità io mi ci sono ritrovato un casino, seppur in modo edulcorato ci viene raccontata una storia d’amore che nella realtà che mi circonda rappresenta più la regola che l’eccezione. Incomunicabilità, incoerenza sono spesso l’ABC dei rapporti. Insieme agli occhiali rosa.

Leggi tutto

23 Maggio 2015 in (500) giorni insieme

Colonne sonore uniche…Attori bravi…trama coinvolgente