Donald Pleasence: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Donald Pleasence

Calvo, a bassa voce, di corporatura leggera e posseduto da penetranti occhi azzurri – spesso sbirciando da dietro occhiali rotondi con la montatura d'acciaio – Donald Pleasence aveva gli attributi fisici necessari che rendono un grande cattivo dello schermo. Nel corso della sua lunga carriera, ha adorato interpretare l'ossessione, il paranoico e il puro male. Anche lo psichiatra simile a Van Helsing Sam Loomis nel Halloween – La notte delle streghe (1978) il franchise sembra solo leggermente più equilibrato della sua preda. Attore di grande intensità, Pleasence eccelleva sul palco come cattivi shakespeariani. Era un accanito procuratore in Jean Anouilh "Poor Bitos" e ha fatto la sua reputazione teatrale nel ruolo da protagonista della squallida, intrigante vagabonda in Harold Pinter "The Caretaker" (1960). Sullo schermo, ha dato un'interpretazione perfettamente plausibile del capo delle SS, Heinrich Himmler , in La notte dell’aquila (1976). Era un Thomas Cromwell convincentemente subdolo Enrico VIII: tutte le donne del re (1972), inquietante nel suo ritratto del folle e sanguinario predicatore Quint in Costretto ad uccidere (1967); e come 'Doc' Tydon sbronzo e depravato dall'alcol nel brillante dramma australiano dell'outback Wake in Fright (1971). E, naturalmente, era Ernst Stavro Blofeld Agente 007 – Si vive solo due volte (1967). Questi sono alcuni dei film, per i quali possiamo ricordare Pleasence, ma c'era molto di più in questo favoloso attore dalle mille sfaccettature.

Donald Henry Pleasence è nato il 5 ottobre 1919 a Worksop, nel Nottinghamshire, in Inghilterra, da Alice (Armitage) e Thomas Stanley Pleasence. La sua famiglia lavorava alla ferrovia; suo nonno era stato un uomo di segnale e suo fratello e suo padre erano padroni di stazione. Quando Donald non riuscì a ottenere una borsa di studio presso la RADA, si unì all'occupazione familiare lavorando come impiegato presso la stazione di suo padre prima di diventare capostazione presso Swinton, nello Yorkshire. Mentre era lì, scrisse lettere a compagnie teatrali che alla fine furono accettate da uno sull'isola di Jersey nella primavera del 1939 come assistente di scena. Alla vigilia della seconda guerra mondiale, ha fatto il suo debutto teatrale in "Wuthering Heights". Nel 1942, ha interpretato Curio in "Dodicesima notte", ma la sua carriera è stata poi interrotta dal servizio militare nella RAF. Fu abbattuto sulla Francia, incarcerato e torturato in un campo di prigionia tedesco. Una volta rimpatriato, Donald è tornato sul palco Peter Brook La produzione londinese del 1946 di "The Brothers Karamazov" con Alec Guinness nonostante abbia perso l'apertura a causa del morbillo, seguita da un periodo a Broadway con Laurence Olivier La compagnia di tournée in "Cesare e Cleopatra" e "Antonio e Cleopatra". Al suo ritorno in Inghilterra, ha vinto critiche plausibili per la sua interpretazione in "Hobson's Choice". Nel 1952, Donald iniziò la sua carriera cinematografica, in modo piuttosto discreto, in piccole parti. È stato davvero notato solo una volta che ha trovato il suo più feroce e subdolo principe John Robin Hood (1955). Ci vollero molti altri anni, finché non arrivò il riconoscimento internazionale: in primo luogo, attraverso l'adattamento filmato di The Caretaker (1963); e, in secondo luogo, con il suo falsario cieco dentro La grande fuga (1963), un ruolo intriso di maggiore convinzione a causa della sua esperienza in guerra.

Alcuni dei suoi migliori interpreti Donald riservati per il piccolo schermo. Nel 1962, il produttore di Ai confini della realtà (1959), Buck Houghton , ha portato Donald negli Stati Uniti ("dannatamente la spesa"!) come guest star nell'episodio della terza stagione "Il cambio della guardia". Gli furono concessi solo cinque giorni per immergersi nella parte di un gentile insegnante di scuola, il professor Ellis Fowler, che, alla vigilia di Natale, si è ritirato con la forza dopo cinquantuno anni di insegnamento. Devastato, e credendosi un fallimento che non ha lasciato segni nel mondo, sta per suicidarsi quando la campana della scuola lo convoca nella sua classe. Lì, si confronta con gli spiriti degli studenti deceduti che lo esortano a considerare che le sue lezioni hanno avuto effetti fondamentali sulla loro vita, portando persino ad atti di grande eroismo. Dopo aver sentito questo, Fowler è ora contento di accettare con grazia la sua pensione. Riuscendo a evitare il sentimentalismo sdolcinato, la performance di Donald fu intuitiva e, probabilmente, una delle più toccanti mai realizzate in un episodio televisivo di trenta minuti. Ancora una volta, contro il tipo, era altrettanto delizioso del mite reverendo Septimus Harding Anthony Trollope 'S The Barchester Chronicles (1982). Sia eccentrico, sinistro o dato al pathos, Donald Pleasence è sempre stato un ottimo rapporto qualità-prezzo e le sue esibizioni raramente non sono riuscite a impegnarsi.

Luogo di nascita: Worksop, Nottinghamshire, England, UK
Data di nascita: 05/10/1919
Data di morte: 02/02/1995

Lascia un commento