Recensione su Zootropolis

/ 20167.8481 voti

BENVENUTI A ZOOTROPOLIS / 21 Marzo 2016 in Zootropolis

Un film magnifico, una città unica che per fama e grandezza può essere paragonata alle nostre metropoli tuttavia completamente diversa perché costruita e progettata da animali per animali. L’unico rimpianto dopo la visione del film è di non averne abbastanza; la minuziosa regia rende Zootropolis una città da scoprire e riscoprire in ogni minimo dettaglio. Siamo immersi in un mondo dove animali antropomorfi si sono evoluti e hanno costruito una società civilizzata abbandonando gli istinti del passato; tuttavia come nelle grandi città umane non mancano parzialità e discriminazioni. In questa città proverà a dar vita ai suoi sogni la “tenera” coniglietta Judy Hoops che vuole e diventa il primo coniglio poliziotto di Zootropolis. Incontrerà Nick, una volpe, suo nemico naturale, col quale cercherà di risolvere un caso di predatori scomparsi. Inizia un Buddy Movie dove questa improbabile coppia cerca di risolvere un caso difficile.
Gli omaggi e le citazioni sono tantissime, sia alla Disney stessa che alla cultura pop! (Robin Hood del 1973 ne è un esempio, come il Padrino e addirittura Breaking Bad). Inoltre non ho potuto fare a meno di pensare, durante la visione, alla serie originale Netflix BoJack Horseman; è vero lì ci sono anche gli esseri umani e il pubblico di riferimento è molto diverso, inoltre rispetto a questo film d’animazione forse nella serie si osa di più; ma come detto sono innumerevoli le differenze. Però sarebbe bello approfondire il mondo di Zootropolis come in BoJack Horseman.
Se lo trovata ancora al cinema vi consiglio di non perderlo!

Il film, può sembrare strano, ma è solo il terzo classico Disney con animali antropomorfi e senza esseri umani!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext