2009

Hachiko - Il tuo migliore amico

/ 20097.3438 voti
Hachiko - Il tuo migliore amico
Hachiko - Il tuo migliore amico

Hachi, un cane di razza Akita, è il fedele amico a quattro zampe del dottor Parker. Hachi è abituato ad accompagnare ogni mattina Parker in stazione, dove torna ogni sera per dargli il benvenuto e riportarlo a casa. Ad un tratto, la routine di Hachi e Parker si interrompe, ma il cane non intende darsi per vinto.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Hachi: A Dog's Tale
Attori principali: Richard Gere, Joan Allen, Jason Alexander, Cary-Hiroyuki Tagawa, Sarah Roemer, Erick Avari, Davenia McFadden, Robbie Sublett, Tora Hallström, Bates Wilder, Rich Tretheway, Ellen Becker-Gray, David Boston, Robert Capron, Becki Dennis, John Franchi, Adam Masnyk, Roy Souza
Regia: Lasse Hallström
Sceneggiatura/Autore: Stephen P. Lindsey
Colonna sonora: Jan A.P. Kaczmarek
Fotografia: Ron Fortunato
Costumi: Deborah Newhall
Produttore: Richard Gere, Jeff Abberley, Julia Blackman, Warren T. Goz, Bill Johnson, Paul Mason, Stewart McMichael, Jim Seibel, Shin Torisawa
Produzione: Gran Bretagna, Usa
Genere: Drammatico, Famiglia
Durata: 93 minuti

Smoccolando non si impara. / 23 giugno 2013 in Hachiko - Il tuo migliore amico

E' decisamente un film per amanti dei cani.
Direi anzi, tranquillamente, un manifesto all'amore incondizionato che i cani possono provare per noi, e a quella misera parte di questo grande amore che noi possiamo restituire loro.
Chi ha un cane e vuole allevarlo al meglio, si rivolge a professionisti che nella vita hanno scelto di fare come mestiere... continua a leggere » l'addestratore cinofilo, o legge i loro libri.
Di conseguenza, si dovrebbe prendere questa come una favola cinematografica, e farsi una serena risatina sugli errori nell'educazione del cane che si vedono fare a Parker.
D'altra parte il professore non viene mai proposto come un esperto, anzi.
Il protagonista della pellicola è il cane (i cani) e la sua devozione al padrone.
Nonostante il padrone non sia una cima come addestratore e come leader,
il cane lo adora comunque incondizionatamente.
Perciò commuove.






3 maggio 2013 in Hachiko - Il tuo migliore amico

Commovente sicuramente. Peccato che contribuisca a questa divinizzazione degli animali che trovo deleteria. In un mondo in cui gli animali possono entrare ovunque e i bambini bisogna chiedere... Mi chiedo io se ne avevamo davvero bisogno di questo film. Gli animali sono animali e chi li umanizza in questo modo significa che non li ama e non li rispetta.

Il bagno con il cane… / 24 aprile 2013 in Hachiko - Il tuo migliore amico

Essere amanti degli animali non c'entra niente con questo film. Banale ogni singolo secondo. Prevedibile.
Commovente? Mah, per quanto mi riguarda non ho versato una lacrima e mi capita di lasciarne scendere qualcuna persino mentre guardo il telegiornale.
Conoscendo un minimo di cultura giapponese la storia di Hachiko - neanche pronunciato tanto bene... continua a leggere » dagli attori - non mi era affatto nuova, per questo ero un po' curiosa di vedere cosa fossero stati in grado di combinare questi americani. E niente.
Ma proprio niente.
Molte scene da far venire il voltastomaco per la forzatezza con cui cercano di comunicarti qualcosa, senza riuscirci. Per non parlare delle riprese dal punto di vista del cane - totalmente inutili - e della pessima recitazione.
Qua siamo ai livelli di "Come cani e gatti".

La scena del bagno con il cane è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. A quel punto siamo rimaste io e mia sorella. A lei è piaciuto. Ma vabbè a sei anni ti piacciono anche i Teletubbies.

Il punto forte del film è stato quando mio padre si è alzato e ha annunciato che andava a ritirare i panni pur di non vedere questo film. Evento più unico che raro.

Detto questo. Adoro gli Akita e questo film non rende assolutamente giustizia ad una storia di così grande importanza per il Giappone.

17 aprile 2013 in Hachiko - Il tuo migliore amico

Concettualmente, il film vale 10. E chi ama davvero gli animali so che può capire cosa intendo. Come scelta registica si è scelto di smuovere e violentare la commozione dello spettatore - e il film commuove, perchè DEVE commuovere - ma, dal mio punto di vista, manca una componente altrettando fondamentale in una trama come questa: la gioia.

26 aprile 2012 in Hachiko - Il tuo migliore amico

Istruttivo, Toccante e Realistico.