1993

Tre colori - Film blu

/ 19937.7201 voti
Tre colori - Film blu
Tre colori - Film blu

Dopo aver perduto in un incidente d'auto la figlia e il marito, compositore di successo, Julie (Binoche) tenta di ricominciare da zero sbarazzandosi di tutto quel che la lega al passato, senza elaborare nemmeno un po' il lutto. Cambia vita ed abitudini, si rifugia nell'anonimato della metropoli, dove decide di cominciare ad aiutare ed amare il prossimo. Completa una partitura incompiuta del marito (un maestoso “Concerto per l'Europa”). Sceglie per il “Memento” del coro il tredicesimo capitolo della prima lettera di Paolo ai Corinzi. Primo film della trilogia sui colori della bandiera francese, con il blu che simboleggia la libertá.
hartman ha scritto questa trama

Titolo Originale: Trois couleurs : Bleu
Attori principali: Juliette Binoche, Benoît Régent, Florence Pernel, Charlotte Véry, Hélène Vincent, Philippe Volter, Claude Duneton, Hugues Quester, Emmanuelle Riva, Julie Delpy, Zbigniew Zamachowski
Regia: Krzysztof Kieślowski
Sceneggiatura/Autore: Krzysztof Kieślowski
Colonna sonora: Zbigniew Preisner
Fotografia: Slawomir Idziak
Produttore: Marin Karmitz
Produzione: Francia, Polonia
Genere: Drammatico
Durata: 98 minuti

Au fond d’une douleur / 24 maggio 2016 in Tre colori - Film blu

Scoprire Kieślowski, seppure con un ritardo di vent' anni abbondanti, mi ha regalato emozioni intense, con picchi di visione registica che in alcuni momenti tolgono il fiato da tanta bellezza. C'è sicuramente una ricercatezza formale, una estetica che invade col suo colore dominante, ma qui non ho mai avuto la sgradevole sensazione dell'esercizio di stile... continua a leggere »

30 novembre 2012 in Tre colori - Film blu

Brividi. Dal primo all'ultimo minuto. Dalla geniale sequenza iniziale, rasente all'asfalto, con lo pneumatico in primo piano, sobbalzante.. all'altrettanto geniale finale, mistico ed evocativo, (voglio esagerare) all'altezza di quello del 2001 di Kubrick. L'intero film é un climax struggente.. Un inizio doloroso ma sostanzialmente asettico.. Un finale... continua a leggere »