Recensione su Tre colori - Film blu

/ 19937.7226 voti

Tre colori-Film blu / 15 Luglio 2020 in Tre colori - Film blu

Il “Film blu” è il primo film della trilogia dei colori di Kieslowski, ispirata alla bandiera francesa. Il film è incentrato sul dramma di Julie, che ha perso il marito e la figlioletta in un incidente stradale. Il maestro polacco riesce a non cadere nel melodramma e sforna invece un capolavoro intensissimo sull’Amore e la perdita(tematica che spesso ritorna nei film di Kieslowski). Bellissima la fotografia, dove il blu nelle sue sfumature domina, in particolare nel finale dove tutto si fa sinestesia tra immagine e musica classica. Bellissime anche le sequenze dell’amore fra Julie e Olivier: intense, tormentate ed intime senza scadere mai nell’eccesso. La caduta e la rinascita di Julie ci vengono presentate in maniera rispettosa: non vediamo mai scene di disperazione, ma scene di autentica emotività anche nell’apparente “nulla” che Julie utilizza per descrivere il suo stato psicologico dopo il trauma, ed anche nella scena del tentato suicidio Kieslowski non carica eccessivamente la scena di pathos(cosa che rende la scena ancor più pregevole). Si potrebbe definire il “Film blu” come un esempio di cinema sobrio, dove tutto è nitido e contemporaneamente sfumato, e dove ogni singola inquadratura porta con sé molteplici significati.
Menzione speciale per Juliette Binoche, splendida attrice protagonista.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext