Predator

/ 19877.1250 voti
Predator

L'ex berretto verde Alan Dutch Schaefer viene ingaggiato insieme alla sua squadra di mercenari d'assalto per liberare un ministro e l'equipaggio dell'elicottero che lo trasportava dalle grinfie di un gruppo di terroristi nascosti in un punto imprecisato della giungla centroamericana: in realtà la minaccia che li aspetta è molto più grave, e proviene da un altro pianeta...
Questo film fa parte della Saga 'Alien'! Vuoi saperne di più?
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Predator
Attori principali: Arnold SchwarzeneggerArnold SchwarzeneggerCarl WeathersCarl WeathersElpidia CarrilloElpidia CarrilloJesse VenturaJesse VenturaSonny LandhamSonny LandhamBill Duke, Richard Chaves, R.G. Armstrong, Shane Black, Kevin Peter Hall, Steve Boyum, William H. Burton Jr., Peter Cullen, Henry Kingi, Sven-Ole Thorsen, Jack Verbois, Mostra tutti

Regia: John McTiernanJohn McTiernan
Colonna sonora: Alan Silvestri
Fotografia: Donald McAlpine
Costumi: Marilyn Vance, James W. Tyson, Robert B. Harris
Produttore: Joel Silver, Jim Thomas, Lawrence Gordon, John Davis, Laurence Pereira
Produzione: Usa
Genere: Azione, Thriller, Fantascienza
Durata: 107 minuti

Dove vedere in streaming Predator

“Mio Dio… sei un mostro schifoso!” / 19 Febbraio 2017 in Predator

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

“Mio Dio… sei un mostro schifoso!”

A pronunciare la frase del titolo è “Dutch”, il personaggio interpretato dall’attore Arnold Schwarzenegger, e se a dirlo è lui, esperto e duro soldato, poco propenso a rimanere impressionato da qualcosa, allora deve aver visto qualcosa di veramente eccezionale.
In effetti, il film Predator (John McTiernan, 1987) consegna alla storia della fantascienza cinematografica un altro alieno epocale dopo lo xenomorfo di Alien.
Possente fisico umanoide, volto da crostaceo, simil-capelli con trecce stile rasta, mandibole estroflettenti, questo l’identikit dello Yautja, alieno guerriero giunto sulla Terra per una battuta di caccia all’umano.
La trama è semplice e lineare. Una squadra speciale dell’esercito è inviata nella giungla sudamericana a liberare degli ostaggi in mano a dei guerriglieri. Qualcosa però inizia a decimare il commando. Si tratta del mostruoso alieno che li ha scelti come avversari in una specie di battuta di caccia. L’unico sopravvissuto è il capo del commando, manco a dirlo Schwarzenegger, che riuscirà a spuntarla in un cruento duello finale.
Il film di McTiernan è un avvincente esempio di commistione di generi. La prima parte si presenta come un classico war movie o action movie sullo stile del coevo Commando (Mark L. Lester, 1985), con cui condivide lo stesso protagonista. La parte fantascientifica arriva con lo svelamento dell’alieno e della sua armatura hi-tech, capace di mimetizzarsi con l’ambiente circostante e dotata di numerose attrezzature sia di offesa, sia di sopravvivenza.
Proprio riguardo la capacità di rendersi invisibile porta, per la prima volta in un film, a elaborare un programma computerizzato capace di creare un corpo “trasparente” tridimensionale. Il risultato finale è stato ottenuto con l’uso di un filtro distorcente che “cattura” lo sfondo e lo ridimensiona nella sagoma dell’alieno, dandogli così quell’aspetto “vetroso” che ha nella pellicola. La tecnica non era una vera e propria novità, ma fu la prima volta che venne usata in riprese live action.
A ispirare il film, ovviamente, non può che essere stato il film di Ridley Scott, Alien (1979), con cui condivide la struttura (delle persone sono uccise uno alla volta da un mostro alieno), anche se l’idea di un cacciatore alieno alla ricerca di trofei terrestri era già presente nel precedente e poco conosciuto film Caccia al terrestri (Without Warning, Greydon Clark, 1980), pellicola decisamente inferiore.

Leggi tutto

Terrore tra gli alberi / 27 Gennaio 2017 in Predator

Geniale script dei fratelli Thomas che riescono a cucire insieme war movie e fantascienza, a cui si accompagna la regia intelligente e precisa di John McTiernan che tra momenti di pathos e pura action ha disegnato questa intrigante caccia all’uomo nella giungla. L’elemento più gustoso è il mistero; non si conosce niente del predatore alieno, nè da dove viene nè il motivo per cui è sulla terra, il suo rituale di scotennamento e collezione dei teschi non ha alcuno spiegone di corredo (grazie al cielo non ci sono scienziati tuttologi nella storia).
Nel cast, oltre al roccioso Schwarzenegger e a Carl Wheaters (per tutti Apollo Creed), da segnalare Shane Black, oggi regista nella cui agenda c’è proprio l’imminente remake di questo caposaldo della sci-fi action anni ’80.

Leggi tutto

5 Maggio 2013 in Predator

Esagerato e tamarro come solo i film con Schwarzenegger possono essere, ma il loro bello sta proprio lì. Rispetto agli action movie di oggi ci sono meno effetti speciali, ma più storia e un minimo di credibilità narrativa in più. E se penso a com’è Alien vs Predator, non posso che rivalutare ampiamente l’originale.

15 Gennaio 2013 in Predator

La voglia di arrivare informata alla visione di Prometheus, mi ha fatta arrivare anche a “Predator” .
Mannaggia, è brutto.
Diciamo che tra Arnold Schwarzenegger, una sceneggiatura banalissima e scritta coi piedi, degli effetti speciali che per quanto avveniristici, sono comunque, ad oggi, scadenti, una colonna sonora orribile ma soprattutto un montaggio sonoro di merda, il film fa piuttosto schifo. Ma è talmente stereotipato che fa anche ridere, il che è un bene.

Leggi tutto

4 Dicembre 2012 in Predator

Da piccina era uno dei miei film preferiti, l’avrò visto almeno 10 volte, ma oggi non lo rivredrei, troppa paura della delusione!