Passengers

/ 20166.5299 voti
Passengers

Aurora e Jim fanno parte di un progetto di criogenazione: insieme a centinaia di altre persone, sono stati ibernati, inseriti in speciali capsule e spediti nello spazio per colonizzare, al proprio risveglio, un nuovo pianeta. Durante il tragitto, qualcosa non va per il verso giusto e i due ragazzi si svegliano ben prima degli altri, circa 90 anni prima del previsto. Cosa si nasconde dietro il loro risveglio?
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Passengers
Attori principali: Jennifer LawrenceJennifer LawrenceChris PrattChris PrattMichael SheenMichael SheenLaurence FishburneLaurence FishburneAndy GarcíaAndy GarcíaAurora Perrineau, Julee Cerda, Kristin Brock, Vince Foster, Kara Flowers, Conor Brophy, Emma Clarke, Matt Corboy, Fred Melamed, Alpha Takahashi, Matthew Wolf, Jean-Michel Richaud, Jon Spaihts, Curtis Grecco, Joy Spears, Lauren Farmer, Tom Ferrari, Emerald Mayne, Quansae Rutledge, Desmond Reid, Chris Edgerly, Jesus Mendoza, Kimberly Battista, Inder Kumar, Ivana Vitomir, Shelby Taylor Mullins, Kevin Tan, Robert Larriviere, Nazanin Boniadi, Marie Burke, Mostra tutti
Regia: Morten TyldumMorten Tyldum
Sceneggiatura/Autore: Jon Spaihts
Colonna sonora: Thomas Newman
Fotografia: Rodrigo Prieto
Costumi: Jany Temime, James W. Tyson
Produttore: Bruce Berman, Ben Waisbren, Neal H. Moritz, Lynwood Spinks, Ori Marmur, David B. Householter, Ben Browning, Jon Spaihts, Stephen Hamel, Michael Maher, Greg Basser
Produzione: Usa
Genere: Azione, Fantascienza
Durata: 116 minuti

Dove vedere in streaming Passengers

Scontato ma gradevole / 6 Maggio 2019 in Passengers

Per essere un film incentrato su una vicenda priva di spunti in fin dei conti è costruito abbastanza bene. Qualche scena interessante, gli attori tutto sommato hanno saputo recitare bene i loro ruoli. Unica cosa che mi ha lasciato parecchio perplessa in ogni caso è la fine, per quanto comunque abbastanza esplicativa secondo me del tutto assente di ragione di esistere.

Leggi tutto

2 Settembre 2017 in Passengers

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Bah… Tra le tante cose, da operatore sanitario, mi chiedevo perchè mai le manovre di rianimazioni del computer medico dovevano essere autorizzate da un medico, quando anche oggi chiunque può usare un defibrillatore semiautomatico senza nessuna autorizzazione (e per fortuna che sia così)?
E ancora, in una nave dove sono tutti ibernati, non c’è la possibilità di ibernare se per caso uno dei passeggeri si risveglia (evento non previsto, ma dai…)? A che servono le luci accese quando tutti dormono? A che servono i monitor dei computer a segnalare i guasti se nessuno può vederli? Il risparmio energetico non dovrebbe essere una priorità? 5000 e più passeggeri e una sola cabina di resurrezione?
Insomma, un po’ di logica narrativa? Alcune trovate, sono palesemente senza giustificazione se non quella di incrementare l’effetto drammatico che però in questo modo risulta troppo artificioso.
Peccato, perchè Il voler mostrare e spiegare quanto sia impossibile viaggiare nelle immensità dello spazio in una sola vita è uno spunto interessante. Il viaggio dura novanta anni. Si perde contatto con il luogo d’origine. Se mai decidessero di tornare, troverebbero una Terra molto diversa da quella che hanno lasciato. Tutti questi temi mi sembra che però restino in superficie.

Leggi tutto

Feelings / 27 Agosto 2017 in Passengers

Storia d’amore da love comedy in una perfetta ambientazione fantascientifica, da classico della fantascienza. Alla fine mi è piaciuto.

Troppo prevedibile….. / 22 Agosto 2017 in Passengers

Nel futuro, la Terra ha iniziato la colonizzazione dello spazio. Siamo infatti su un’astronave che porterà 5000 umani dalla Terra ad un nuovo pianeta, Homestead 2. A un tratto, la nave urta un grosso asteroide, e, come primo effetto, un uomo (Chris Pratt) si risveglia dall’ibernazione 90 anni prima del dovuto. L’uomo finisce presto, da solo, per impazzire, con l’intelligenza artificiale della nave che non riconosce errori possibili nelle capsule e l’unica compagnia dell’androide-barista dalle fattezze umane. Dopo un anno in queste condizioni si prepara al gesto finale, però, vedendo una bella ragazza (Jennifer Lawrence), cambia idea e decide di svegliarla, ovviamente tenendo nascosto il fatto. Da qui in poi, salvo un paio di occasioni, quello che poteva essere un film dalle grandi possibilità e dagli interessanti sviluppi si arena in una prevedibilissima love-story, nell’inevitabile lite allo scoprire della verità, alla riunione dei due quando la nave continua a riportare danni sempre più seri. Peccato, i due attori avevano chiaramente un’ottima chimica, ma se la storia si fa prevedibile, pensata forse anche per accontentare anche un pubblico più giovane, magari guardando anche a quello proprio femminile, o comunque in generale meno avvezzo alla fantascienza, che magari snobberebbe il film, i risultati poi si vedono, e il film non è altro che una love-story neanche tanto bella nello spazio. Evitabile. E poi Chris Pratt nello spazio ormai è Star-Lord 😉

Leggi tutto

. / 30 Aprile 2017 in Passengers

Chi si ricorderà di questo film fra qualche anno?
Risposta: Nessuno!
Voto: 5+
Inutile!

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.