Recensione su Mi piace lavorare - Mobbing

/ 20046.645 voti

il mobbing: finalmente se ne parla…!!! / 28 Marzo 2011 in Mi piace lavorare - Mobbing

Francesca Comencini ha il merito di portare sul grande schermo il tema scomodo delle molestie sul lavoro. Affida al volto semplice e mobile di Nicoletta Braschi il compito di raccontarci più di mille parole gli effetti del mobbing.
Giorno dopo giorno l’Azienda per cui lavora si comporta in modo da minare la stima in se stessa, facendola sentire inutile, isolandola.
il film descrive molto bene il gruppo dei colleghi e dei datori di lavoro che si trasforma in un “branco” ostile.
La precarietà arriva nella vita di Anna, la protagonista, e corrode anche il rapporto con sua figlia. Arriva la depressione.
Tutto sembra perso, anche a causa della mancanza di solidarietà.
Anna però trova la forza di reagire, di raccontare la sua situazione e inizia un’azione legale.
Unico neo, il finale troppo ottimistico:dopo solo un anno, Anna vince la causa e ottiene un rimborso.
Magari andasse così… Basta chiedere ai Sindacati.
I percorsi sono in genere lunghi, dolorosi.
Forse la regista si sarà preoccupata soprattutto di non far perdere la speranza.. chissà!

3 commenti

  1. nadler / 28 Marzo 2011

    Il film risale al 2003, se non sbaglio; in questi quasi 8 anni quel
    po’ di speranza che faceva ottimisticamente intravedere se ne
    e’quasi andato del tutto….la situazione e’ mooolto peggiorata.
    Chissa’ se adesso la Comencini girerebbe il film nella stessa
    maniera…
    Un saluto!

    • emily / 28 Marzo 2011

      Eh si..
      Peggioramento “verticale” negli ambienti di lavoro.
      Solidarietà ai minimi storici.
      Tutela dei lavoratori affidata più che ai sindacati a.. una buona raccomandazione 🙁
      a Roma hanno chiuso alcuni anni fa un ottimo centro che seguiva i mobbizzati dal punto di vista psicologico.
      Meglio tagliare i Centri che servono e funzionano.
      Il problema sembra essere, ora, quello di salire sul cavallo vincente !! 🙁

      • nadler / 28 Marzo 2011

        Hai colto nel segno!!!
        Anche qui, come del resto dappertutto, se c’e’ qualcosa che funziona, ma non e’ “in linea”….. zac!!! bollata come improduttiva!!
        Quel che e’ peggio e’ la solidarieta’ che scema sempre piu’..
        Passera’ la nottata….prima o poi..

Lascia un commento

jfb_p_buttontext