Recensione su John Wick

/ 20146.4182 voti

La vendetta di un uomo inquieto / 20 agosto 2017 in John Wick

(Cinque stelline e mezza)

Film da menare (cit.) elegante nella messinscena, ma -anche alla luce del recente Atomica bionda, sempre di Leitch- troppo poco divertente, per i miei gusti, soprattutto poco ironico, tutto giocato sulla cupa disperazione di Wick e con una serie di villain assai dimenticabili (Viggo/Nyqvist e Iosef/Alfie Allen mi soo parsi ben poco carismatici).
Indubbiamente, questa pellicola ha dato una rinfrescata al genere (continuo a pensare che Refn, con Drive, abbia contribuito non poco a questo processo, e precisi richiami estetici mi stuzzicano in merito), inserendo di gran carriera Wick nell’immaginario cinematografico: una delle trovate migliori del film, per quel che mi riguarda, è la rete di assassini che si avvale di un sistema monetario indipendente e i cui membri si ritrovano in luoghi specifici, modellati alla perfezione sulle loro esigenze (servizio lavanderia e medico inclusi), come normali professionisti.

6 commenti

  1. paolodelventosoest / 21 agosto 2017

    Anche io l’ho recuperato recentemente e pure io non ne sono rimasto folgorato diciamo. A fine visione ero convinto che alla base ci fosse una graphic novel, lo avevo dato per scontato durante l’intera visione; le atmosfere, alcune trovate come quella a cui accenni tu riguardo la moneta degli assassini… non so, mi sembrava un mondo figlio del fumetto, e invece… non lo è 😀

  2. inchiostro nero / 21 agosto 2017

    John Wick ha rimodellato il genere, più che risvegliarlo dal suo quieto sonno. Non certo per la sua originalità ( sebbene il suo ambiente mostri una certa innovazione ), ma per quella scarica di adrenalina che mette in circolo, e che in altre rappresentazione si perde tra humor, spavalderia ed egocentrismo. La stessa Atomica Bionda, pur plasmata da una graphic novel, senza John Wick non avrebbe avuto senso, o si sarebbe persa fra i tanti action movie di impronta hollywoodiana.

    • Stefania / 21 agosto 2017

      @inchiostro-nero: però, la scarica di adrenalina, con John Wick non l’ho sentita. Forse, perché ho visto prima Atomica bionda, boh?

      • inchiostro nero / 21 agosto 2017

        @stefania: credo di si, anche perché un raffronto tra le pellicole , per quanto riguarda un certa carica ”combattiva”, si può fare tra il seguito di John Wick e Atomica Bionda, che sono più recenti. Diciamo che il primo capitolo della ” Vendetta di un uomo inquieto” ( bel titolo! ) è un po’ più di transizione. Comunque, sono sempre gusti, ovvio.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext