Ghostbusters - Legacy

/ 20218.013 voti
Ghostbusters - Legacy

Callie si trasferisce con i figli adolescenti Phoebe e Trevor in una sonnolenta cittadina di provincia, nella vecchia casa di suo nonno. Un ritrovamento casuale riporta alla luce alcuni oggetti appartenuti a un gruppo di scienziati che, negli anni Ottanta, si facevano chiamare Ghostbusters-Acchiappafantasmi. Intanto, la zona è scossa da anomali movimenti tellurici. Ma le cause non sono di natura geologica.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Ghostbusters: Afterlife
Attori principali: Finn WolfhardFinn WolfhardMckenna GraceMckenna GracePaul RuddPaul RuddCarrie CoonCarrie CoonLogan KimLogan KimCeleste O'Connor, Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Annie Potts, Sigourney Weaver, Bokeem Woodbine, J.K. Simmons, Josh Gad, Bob Gunton, Billy Bryk, Sydney Mae Diaz, Shawn Seward, Hannah Duke, Paulina Jewel Alexis, Marlon Kazadi, Chiara Petersen, Danielle Kennedy, Artoun Nazareth, Crystal Roseborough, Dusan Rokvic, Emma Portner, Stella Aykroyd, Kim Faires, Shohreh Aghdashloo, Harold Ramis, Olivia Wilde, Tracy Letts, Oliver Cooper, CJ Collard, Bud Klasky, Faith Louissaint, Daniel D'Angelo Sparks, Mostra tutti

Regia: Jason ReitmanJason Reitman
Sceneggiatura/Autore: Jason Reitman, Gil Kenan
Colonna sonora: Rob Simonsen
Fotografia: Eric Steelberg
Costumi: Danny Glicker, Carole Griffin
Produttore: Dan Aykroyd, Ivan Reitman, Gil Kenan, Michael Beugg, Aaron L. Gilbert, Jason Blumenfeld, Jason Cloth
Produzione: Usa
Genere: Commedia, Horror, Fantascienza
Durata: 124 minuti

Dove vedere in streaming Ghostbusters - Legacy

Ghostbusters 3…mito diventato realtà / 25 Novembre 2021 in Ghostbusters - Legacy

Dopo 32 anni finalmente Ghostbusters 3 è realtà ed è stato realizzato forse nell’unico modo possibile per renderlo un degno sequel diretto della saga. Dopo Ghostbusters 2 del 1989, per anni si aveva in mente un terzo capitolo che poi col passare del tempo è rimasto solo un mito, fino alla morte di Ramis che sembrava aver sancito la fine definitiva del franchise. Nel 2016 poi venne realizzata una pellicola reboot di cattivo gusto al femminile, che definire un insulto al brand è dire poco, ma che alla fine ha avuto il merito di far riflettere. Ghostbusters non meritava una simile umiliazione, e questo episodio ha portato Jason Reitman, figlio del regista dei primi due capitoli di Ghostbusters, fan cresciuto sui set, comparendo in un cameo del secondo capitolo, ad interessarsi nel realizzare una pellicola degna del nome che porta. Il film ne è la prova, riuscendo ad omaggiare ed allo stesso tempo continuare in maniera credibile il filone narrativo dei capitoli originali. Il ritmo della pellicola non è sempre ottimale, qualche scena risulta un po superflua ed infine presenta alcuni dei difetti che già avevano colpito Ghostbusters 2, ossia cercare di replicare lo stesso schema visto nel primo film originale. Anche la sceneggiatura in alcuni punti non è del tutto esente da difetti, sia a livello di trama sia a livello di humor. Nel complesso però il film raggiunge il miglior risultato possibile, riuscendo a riprendere un filone narrativo fermo da 32 anni, legando elementi di trama in modo credibile e gestendo nel migliore dei modi la scomparsa di uno dei protagonisti del cast principale. Il film riesce ad essere in maniera emozionante anche un omaggio ad Harold Ramis, co sceneggiatore e storico interprete di Egon Spengler. Tenendo conto delle difficoltà nel gestire un sequel diretto di una saga ferma dal 1989, Ghostbusters 3 (lo chiamo così senza dover citare variazioni strane al sottotitolo originale) è senza dubbio un sequel degno e sufficiente, godibile ed emozionante. Un plauso al regista Jason Reitman, che dirige col cuore, ed al cast storico per quanto fatto con questa pellicola.

Leggi tutto

Una emozione attesa 30 anni / 23 Novembre 2021 in Ghostbusters - Legacy

c’è poco da dire. Sorvolando sull’aspetto tecnico ( che è cmq ottimo ) io non posso che amare il ritorno degli acchiappafantasmi. Grazie Harold Ramis !

SIAMO TORNATI / 20 Novembre 2021 in Ghostbusters - Legacy

Finalmente è accaduto. Un film che aspettavo da soli trent’anni. Un film che tutti noi fan aspettavamo come adoratori di Gozer. Alla fine qualcuno che si prendesse la briga di raccontarci che fine avessero fatto quei personaggi, che personalmente considero di famiglia, è giunto.

Difficilissimo per me essere obiettivo o lucido, in quanto Ghostbusters è più di un film cult. È qualcosa che ho amato nell’infanzia e che mi tiene tutt’ora al lazo, ma ci proverò lo stesso.

Ghostbusters Afterlive/Legacy è un film che se ami Ghostbusters non puoi non andare a vederlo. Jason Reitman raccoglie un eredità pesantissima e partorisce un blockbuster d’autore come non si vedeva da secoli. Si, perché Jason Reitman ha il coraggio di creare un riavvio in stile Amblin, con alcune trovate che se le fa Spielberg sono geniali ma se le fa un altro sono ridicole. Reitman junior ha il coraggio di raccontare la sua storia, prendendosi tutti i suoi tempi per farlo, e approfondendo il lato umano dei nuovi e vecchi personaggi. Se sei al terzo capitolo di una saga vuol dire che il tuo pubblico ama i personaggi, e direttamente o indirettamente, vuole saperne di più.
Nei primi 20-25 minuti il film è quasi disorientante perché prende una via tutta sua, una forma nuova ed inedita rispetto alla narrazione precedente. Una delle più grandi critiche mosse a Ghostbusters 2 era quella di essere una copia carbone del primo nello schema narrativo. Jason e Gil Kenan spezzano lo schema e ne creano uno nuovo. Merito di una scrittura molto consapevole, ma comunque non esente da difetti. Anzi, le forzature ci sono e pure evidenti. Il citazionismo talvolta è fuori controllo e c’è una scena davvero di troppo e, per me, mal costruita. Credo che qualcosa sia stato escluso dal montaggio finale perché alcuni passaggi sembrano un po’ secchi e repentini. Sul finale credo ci sia una falla di logica mostruosa ma farò finta di niente.

Abbiamo tanti personaggi nuovi che per certi versi sono emanazioni dei vecchi. Le emanazioni più evidenti sono chiaramente Phoebe, nipotina di Egon e protagonista assoluta, Podcast, un baby Ray molto simpatico, e Trevor, un Baby Winston a cui va sempre spiegato cosa sta accadendo per fare il punto della situazione col pubblico. Poi abbiamo il professor Grooberson, soft mix di Venkman/Louise Tully. I personaggi più inediti per la saga sono quelli di Callie e Lucky. La prima è la figlia di Egon Spengler e mamma di Phoebe e Trevor. Il suo è davvero un buon personaggio completamente nuovo. La seconda è veramente superflua e temo sia stata inserita solo per rendere un po’ più interessante il personaggio di Trevor, anch’esso un po’ debole. Va detto che tutti i nuovi personaggi funzionano bene e ci si affeziona velocemente.

Il finale è stato un pugno nello stomaco così violento da stordirmi. Cattivo gusto ed emotività si fondono e danno vita a qualcosa di straziante. Realtà e finzione si sovrappongono e non si distinguono più i bordi. Portatevi le galosce per uscire dalla sala. Se dovessi fare un paragone lo farei con E.T. di Spielberg (e qui torna la Amblin).

Ghostbusters Legacy è un piccolo film con un cuore grande come un pupazzo di marshmallow alto quaranta metri. Un ponte che chiude i conti serenamente col passato proiettandosi verso il futuro. Nel complesso è il film più action, più horror, più emotivo dell’intera saga. Non il più buffo, ma è certamente il più autoriale.
Continuerò a guardare senza soluzione di continuità Ghostbusters 1&2 e questo Legacy più di rado perché ha un altro passo, un altro livello. Ma il film è buono e in fondo l’ho amato al netto dei difetti, e non vedo l’ora di rivederlo senza tutta quella aspettativa che lo accompagnava.

Non il gb3 che aspettavamo ma l’unico possibile.

Voto oggettivo: 6,5
Voto soggettivo: 10

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.