Recensione su Emperor

/ 20126.97 voti

12 Dicembre 2013

Succede molto spesso che film di buona fattura vengano snobbati dal cinema, fatti uscire a noleggio senza troppa pubblicità e che debbano dimostrare la loro validità tramite il meccanismo del passaparola.
The Emperor ha il vantaggio di un nome cme quello di Tommy Lee Jones, solido e roccioso attore che incarna il Generale MacArthur, l’uomo che si occupò di ripristinare i rapporti con il Giappone nel dopoguerra. Tommy Lee Jones è di per sè una garanzia (recentemente non ha quasi mai sbagliato un film) ed è perfetto nella parte, ma la sua parte è piccola. Il vero protagonista è il generale Bonner Fellers (Matthew Fox) che viene incaricato di chiarire il ruolo dell’imperatore giapponese nelle oscure dinamiche che portarono al conflitto.
Il film – che per certi versi rimanda molto all’attualità occupandosi dei comportamenti di una forza d’occupazione che ha vinto una guerra – è il percorso personale e storico di un uomo in una cultura diversa, affascinante e complessa come quella giapponese. Una cultura che necessita di essere interpretata e capita e non giudicata secondo gli schemi occidentali.
Peter Webber (la ragazza con l’orecchino di perla) si conferma un buon regista, soprattutto in ambito storico, e Tommy Lee Jones e Matthew Fox sono ben inseriti nelle rispettive parti.
Da recuperare!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext