2012

Dredd

/ 20126.842 voti
Dredd
Dredd

Tratto dal fumetto di John Wagner e Carlos Ezquerra, e in particolare dalla storyline pubblicata su 2000 A.D., Dredd ci porta nelle strade selvagge di Mega City One, l'oasi solitaria di una quasi-civilizzata Cursed Earth.Il Giudice Dredd (Karl Urban) è il più temuto dell'elite Street Judges, con il potere di far rispettare la legge, condannando i colpevoli e uccidendoli sul posto se necessario. Olivia Thirlby interpreta il Giudice Anderson, mentre Lena Headey è Madeline Madrigal (ovvero Ma-Ma), leader di una gang che domina uno dei quartieri di Mega-City One.

Titolo Originale: Dredd
Attori principali: Karl UrbanOlivia ThirlbyLena HeadeyWood HarrisJason CopeDomhnall Gleeson, Rakie Ayola, Deobia Oparei, Langley Kirkwood, Warrick Grier, Scott Sparrow, Porteus Xandau, Joe Vaz, Nicole Bailey, Karl Thaning
Regia: Pete Travis
Sceneggiatura/Autore: Alex Garland
Colonna sonora: Paul Leonard-Morgan
Fotografia: Anthony Dod Mantle
Costumi: Diana Cilliers, Michael O'Connor, Jacomina Jankowitz
Produttore: Alex Garland, Allon Reich
Produzione: Sud Africa, Gran Bretagna, Usa, India
Genere: Azione, Fantascienza, Supereroi
Durata: 95 minuti

UN DREDD MASCHIO SENZA RISCHIO / 16 Settembre 2019 in Dredd

Se c’è un sottogenere che ha colonizzato le sale cinematografiche negli ultimi dieci anni con i suoi alti (pochi) e bassi (quasi tutti) è proprio quello dei cinefumetti. Proprio in questa ottica Il motivo per il quale un film del genere non abbia minimamente lambito una sala nostrana rimane per me un mistero. Stranezze della distribuzione italiana. L’unica spiegazione che mi posso dare è che per i nostri distributori un cinefumetto rivolto ad un pubblico adulto non ha ragion d’essere. Inutile dire che tutto ciò non ha alcun senso e Dredd è la dimostrazione.

Dimenticate quella porcheria del 1995 di “Dredd la legge sono io” e fatevi sorprendere da come con 60 milioni di dollari in meno nel 2012 si è nobilitato un gran bel personaggio.

La sceneggiatura di Alex Garland è vagamente simile a quella di “the raid” uscito appena un anno prima ma il parallelismo non mi ha disturbato. Perchè? Perchè funziona. La trovata è la stessa ma Dredd va per la sua strada senza intoppi, bello violento e brutale come è giusto che sia. Se fai Dredd fai Dredd.

Lodi e lodi a Karl Urban. Urban è Dredd fino in fondo. Intanto perché non lo vediamo mai in faccia. Karl Urban decide di essere Dredd annullandosi completamente. Se non fosse per i titoli di coda non sapremmo nemmeno della sua presenza. Facendo un rapido confronto col film del ’95, Stallone non si mette mai da parte. Stallone interpreta Stallone per tutto il tempo…un teschio maschio senza casco (col fischio?).

Effetti speciali piacevolmente scarsi, il palazzo e la riproduzione di Megacity è ottima. Lodevole la scelta di militarizzare l’uniforme dei giudici limitando tutti quegli orpelli non replicabili funzionalmente nella realtà.

Dredd è un ottimo film d’azione come ormai se ne vedono pochi. Alla fine della fiera sarebbe bello dargli un meritato seguito.

VOTO: 6,5

Leggi tutto

Un altro personaggio dei fumetti ha trovato la sua degna trasposizione cinematografica / 14 Settembre 2019 in Dredd

“Dredd – Il giudice dell’apocalisse” è un film del 2012. E’ una pellicola uscita nelle sale cinematografiche statunitensi il 21 Settembre 2012, mentre in Italia non solo è rimasta inedita fino al 27 Agosto 2019, ma addirittura è stata distribuita solo per il mercato home video.
E devo dire che è un vero peccato.
Siamo di fronte ad un videogioco iperviolento, sporco ed incredibilmente realistico. Il film è un puro e semplice concentrato di azione ed adrenalina che tiene incollati alla poltrona fino alla fine, senza respiro.
Le scene d’azione rese al rallentatore sono fenomenali: siamo di fronte ad uno dei tocchi di innovazione più spettacolari di sempre.
Spero vivamente che questa non sia la prima e l’ultima volta che vediamo il Giudice Dredd sul grande schermo.

Leggi tutto

Da dimenticare / 9 Settembre 2019 in Dredd

Trama esilissima e personaggi tagliati con l’accetta per un film largamente dimenticabile. Quanto agli interpreti, di Karl Urban non vediamo mai gli occhi, ma solo la barba mal rasata; Lena Headey è sprecatissima nel ruolo di una psicopatica banalmente sanguinaria; Olivia Thirlby ha il personaggio relativamente più interessante di giustiziere riluttante, ma finisce per eccedere e per sembrare del tutto fuori posto nel carnaio generale.

Leggi tutto

31 Dicembre 2013 in Dredd

Film d’azione iper-violento tratto dal famoso fumetto. Un videogiocone esagerato che tiene incollati per 90 minuti di puro svago. Belle atmosfere, attori azzeccati e begli effetti speciali (le scene in slow-motion son fantastiche, soprattutto l’ultima). Divertente e inaspettato.
Ps. Lena Headey è sempre un bel vedere.

Ecco, QUESTO è il giudice Dredd. / 29 Ottobre 2013 in Dredd

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

E del resto è una produzione britannico/sudafricana, e mi scuso se questo suona come uno stereotipo ma la differenza culturale si sente tutta.
Dredd è un personaggio del fumetto britannico. In quanto tale non è un eroe. A mala pena lo si può definire un protagonista. E’ più lo sfondo su cui si stagliano i personaggi cosiddetti secondari come il giudice Anderson. Dredd non salva il mondo, anzi, spesso è un vero e proprio fascista.
Questo tipo di critica sociale gli Americani non hanno il background culturale per processarlo. Nelle loro mani Dredd può solo diventare un supereroe, e il pessimo film con Stallone lo dimostra pienamente.

Questo film, dove Karl Urban come al solito ci regala un’ottima interpretazione, riscatta il personaggio e il titolo.
Dredd non salva il mondo. Certo, sgomina una banda di spacciatori di droga, ma tutto il film è ambientato in un unico block, Peach Trees, una specie di enorme grattacielo/condominio che ospita migliaia di persone -e nella città di Megacity 1 di blocks ce ne sono a centinaia.
Dredd non si toglie il casco. Di contro Stallone lo mette solo nei primi venti minuti, ma se nel fumetto non vediamo MAI il volto di Dredd, un motivo ben preciso c’è, ovvero: Dredd è inflessibile, privo di umanità e privo di volto esattamente come la giustizia che impersona.
Un plauso alle interpretazioni di Olivia Thirlby che impersona splendidamente un Giudice Anderson all’inizio della sua carriera, e soprattutto all’ottima Lena Headey, spietata e psicopatica leader del clan criminale di Peach Trees.
Visivamente molto interessante (specie le scene al rallentatore dovute all’effetto della droga ‘slo-mo’), violentissimo, realistico, sporco e credibile. Ottimo film.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.