Recensione su Brood - La covata malefica

/ 19796.855 voti

6 febbraio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Io mi chiedo da sempre a genere quale di fantasmagoria assistere si potrebbe se si entrasse nella ergonomica testa di Cronenberg, David. Essere canadesi fa male:D
Allora, abbiamo questo dottore che applica sui pazienti una cura con lo scopo preciso di fargli espellere fisicamente le proprie pulsioni negative. Ira, odio, disperazione, gelosia, quelle robe lì.
Il marito di una paziente comincia ad avere qualche dubbio in merito, dopo che si trova la (già inquietante) bimba bionda tutta fatta a livido, e per la città girano strani bambini, senza sesso né denti né ombelico (fortuna che l’inveterato odio per i pupi ce l’avevo già da prima;).
Cronenberg = corpo/modificazioni, deformazioni o innesti su di esso, sesso ma qui no. Anche se la miccia a innescare il tutto sono sempre le passioni, suddette o saltate. Mh. Avevo segnato anche violenza ma poi l’ho tolto perché concetto troppo ampio e comunque derivazione di quel che scritto c’è già U_U

Lascia un commento

jfb_p_buttontext