Black Mass - L'ultimo gangster

/ 20156.3115 voti
Black Mass - L'ultimo gangster

Whitey Bulger è un criminale particolarmente noto alle forze dell'ordine americane: frequentatore delle patrie galere fin dall'adolescenza, ora è informatore del Governo, ma non disdegna di proseguire parallelamente le proprie illecite e violente attività.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Black Mass
Attori principali: Johnny DeppJoel EdgertonBenedict CumberbatchDakota JohnsonKevin BaconPeter Sarsgaard, Jesse Plemons, David Harbour, Adam Scott, Corey Stoll, Julianne Nicholson, W. Earl Brown, Bill Camp, Juno Temple, Mark Mahoney, Brad Carter, Scott G. Anderson, Lonnie Farmer, Mary Klug, Erica McDermott, Luke Ryan, Owen Burke, Lewis D. Wheeler, Billy Meleady, Jamie Donnelly, David De Beck, Gary Galone, Rory Cochrane, James Russo, Jeremy Strong, Danae Nason, Bretton Manley, Berglind Jonsdottir, Robert Walsh, David Conley, Ciaran Crawford, Thomas Philip O'Neill, Joey Vacchio, Bill Haims, Anthony Molinari, Todd Ryan Jones, Declan Mulvey, Bates Wilder, Marc Carver, Richard Donelly, Brian A. White, Peter Morse, Tom Kemp, Patrick M. Walsh, Naheem Garcia, Kathryn A. Beauchamp, Stephen Curran, Darin X.L. MacEachern, Cary 'Big Shug' Guy, Sean Malone, Jack Neary, Jimmy Joe Maher, Forry Buckingham, Danny DeMiller, Michael F. Murphy, Alexander Cook, Ava Cooper, Stella Cooper, Julie Ann Dawson
Regia: Scott Cooper
Sceneggiatura/Autore: Jez Butterworth, Mark Mallouk
Colonna sonora: Junkie XL
Fotografia: Masanobu Takayanagi
Costumi: Kasia Walicka-Maimone, Virginia Johnson
Produttore: Brett Ratner, Brian Oliver, Patrick McCormick, Scott Cooper, Tyler Thompson, Phil Hunt, Compton Ross, John Lesher, Christopher Woodrow, James Packer, Lauren Selig, Brett Granstaff, Steven Mnuchin, Gary Granstaff, Peter Mallouk, Ray Mallouk
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Poliziesco, Biografico
Durata: 122 minuti

Il voto sarebbe un 6.5 / 25 Febbraio 2019 in Black Mass - L'ultimo gangster

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Discreto film su James Bulger ottimamente interpretato da Johnny Depp.
Siamo negli anni’70 e Jimmy Bulger (Johnny Depp) diventa il leader della Gang di Winter Hill; sfruttando la vecchia amicizia con John Connolly (Joel Edgerton), diventato nel frattempo agente dell’Fbi, cercherà di eliminare la mafia italiana per prendere il predominio di Boston.
Interessante la storia di Bulger, con il suo doppio aspetto tra “pubblico” e “privato” come spesso capita con questi gangster (anche se qualche volta anche nel privato si nota il lato violento di Jimmy). Quindi Jimmy può essere amorevole con la moglie Lindsey (Dakota Johnson) e il figlio (prima della tragedia) e il giorno dopo ordinare l’uccisione a sangue freddo di qualcuno se non è lui ad occuparsene di persona. Oltre a Bulger spicca la figura di John Connolly, l’agente dell’Fbi e vecchio amico di Jimmy che cerca di fare un accordo con il boss ma quello che alla fine resterà fregato, sarà lui.
Ottimo anche il resto del cast con Benedict Cumberbatch nei panni del fratello di Jimmy, il senatore Bill; Kevin Bacon è il capo di Connolly, Juno Temple è la figliastra di Stephen (Rory Cochrane), braccio destro di Bulger.

Leggi tutto

Bel film / 11 Maggio 2016 in Black Mass - L'ultimo gangster

Black Mass è un film che parla del criminale statunitense “Whitey” Bulger, diventato estremamente potente a South Boston dopo un’alleanza sciagurata con John Connolly, agente della FBI, nata per fermare le famiglie mafiose della zona. Il film, pur non essendo esattamente veloce, è comunque molto coinvolgente ed appassionante, con un’ottima ricostruzione storica, da metà anni 70 al 1985 e poi ai giorni nostri, che ti cala perfettamente nella storia. Ottimo anche il cast, con Johnny Depp che, quando fa ruoli seri e non si ridicolizza come gli capita di fare nel 90% dei suoi recenti film, è veramente bravo. Così come Joel Edgerton, co-protagonista della storia. Tra i vari nomi importanti del cast figurano anche Bacon e Cumberbatch.

Leggi tutto

Film senza mordente / 26 Marzo 2016 in Black Mass - L'ultimo gangster

Indecisa tra un 5 e un 4, scarto il voto più alto (legato alla sola fattura della pellicola, tecnicamente ben realizzata) e scelgo quello più basso, ragionando sull’inutilità (narrativa, di contenuti) di un film che nulla aggiunge al filone gangsteristico, né è in grado di tratteggiare adeguatamente la figura di un delinquente che dovrebbe essere il Male incarnato, furrrrrrbo come una faina e scaltro come Mazzabubù, ma che, in fin dei conti, sembra essere solo un paranoico violento fissato con la vendetta nei confronti degli “infami”.

Depp si impegna, è inquietante (anche per via di uno sguardo ceruleo particolarmente artificiale) e sembra promettere faville, ma, nel complesso, il suo Bulger è un personaggio mal disegnato e peggio approfondito che si muove in un contesto indefinito (la comunità irlandese di Boston, sua roccaforte, sembra concentrarsi nella figura della vecchietta a cui si offre di portare a casa la spesa) e intorno a cui ruotano strane macchiette, dal fratello politico (Cumberbatch) che promette repulisti generali ma che non sembra prendere mai seriamente le distanze dal consanguineo riottoso e che non pare neppure intenzionato a farlo “ragionare” (una ramanzina qui e là, magari…), all’agente dell’FBI in carriera (Edgerton) che combina solo guai in grande stile e che se la piglia in saccoccia in nome di un’amicizia in cui pare credere solo lui.
In sostanza, i rapporti tra Bulger e i suoi subalterni e tra Bulger e i suoi parenti (moglie e amatissimo figlio compresi) sono aleatori, non esistono approfondimenti psicologici, perfino il necessario senso del conflitto è così alterato da essere sbiadito.

Se l’intento di Cooper era quello di tratteggiare i retroscena degli assurdi legami esistenti tra potere costituito e potere malavitoso in un preciso periodo della storia degli Stati Uniti, ergendo l’emblematico Bulger a simbolo dell’anello di congiunzione tra i due universi, beh, a parer mio ha toppato di brutto, realizzando semplicemente un film noioso, privo di mordente e senza “carattere”. Proprio come il Bulger di Depp, un gangster (perché “l’ultimo”, poi?) sanguinario e senza scrupoli, sì, ma che, in questa trasposizione, non sembra dotato di carisma o di peculiarità tali da renderlo davvero interessante, lenti a contatto à la Marilyn Manson a parte, ovviamente.

Leggi tutto

Gangsta? / 28 Gennaio 2016 in Black Mass - L'ultimo gangster

Gangster movie? …ma nemmeno troppo, in fin dei conti.
E’ la storia (vera più o meno) di un malavitoso di South Boston che prova a far fuori la Mafia Italiana dall’equazione della malavita della sua città e…il resto sarebbe spoiler.
Si lascia vedere, è ben fatto, il cast spara volti noti quando meno te l’aspetti però…c’è un però. C’è la macchia che a me fa un po’ storcere il naso ma che poi, a ben vedere, potrebbe anche essere un pregio.
Dov’è l’azione?
Non c’è…semplicemente se la sono dimenticata.
Ora, non è che m’importi chissà quanto che in un film ci siano scene d’azione, ma in una vicenda che tratta di guerra tra gang, federali corrotti, mafiosi italiani col mio stesso nome e quant’altro, mi aspettavo di più che non pistolettate improvvise alle spalle ogni volta.
La narrazione è comunque lineare, mai noiosa, e la mancanza di tali scene vien fuori solo alla fine quando un po’ si è portati a pensare: “e le sparatorie?”.
Sì, sono uno che nei gangstA vuole almeno un paio di inseguimenti e una sparatoria tarantiniana con sangue ovunque.

Consigliato a: E’ un bel film, e su questo non ci piove. E’ una storia vera, è gangsta, c’è Johnny Depp (ma ho apprezzato altri attori “meno” famosi) e non ci sono sparatorie. Non è Blow. Non è Scarface. So solo quello che non è.

Leggi tutto

VERO E ADRENALINICO / 22 Dicembre 2015 in Black Mass - L'ultimo gangster

south Boston, anni ’70. La mafia italiana ha preso parte del territorio, storicamente di origine irlandesi. Bulger (Depp) e i suoi, diventano in poco tempo, una banda temutissima. L’amicizia tra il gangster Bulger e John Connolly agente f.b.i. , si consolida sempre di più, arrivando ad una vera e propria collaborazione per far fuori i nostrani “Angiulo Brothers”. Ottimo film, il solo trailer vi renderà dipendenti. Ottimo lavoro di Scott Cooper, uno dei migliori 10 film del 2015.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.