Risate e azione anni 80! / 5 giugno 2017 in Beverly Hills Cop - Un piedipiatti a Beverly Hills

Un film, almeno per me, veramente cult degli anni ’80, che non mi stancherei mai di vedere. Axel Foley (Eddie Murphy) è un poliziotto di Detroit decisamente in gamba e ca**one (permettetemi il termine) ma parecchio incline a fare casini e agire in modo pazzo. Già dall’inizio, con l’inseguimento devastante col camion con le sigarette di contrabbando, si capisce che tipo è. Quando un suo amico con qualche problema alle spalle viene a trovarlo, però, poche ore dopo muore. Axel decide di indagare andando a Beverly Hills, dove il suo amico, che si era preso dei titoli al portatore, lavorava. Lì ritrova una comune amica che lavora in una galleria d’arte per un certo Maitland. L’incontro tra i due va poco bene, con Foley che viene lanciato fuori dalla finestra. Quando è pronto per entrare in azione, dovrà vedersela con il corpo di polizia locale, che non sembra proprio contento di aver a che fare con lui. Ma le cose cambieranno e ci sarà tanta azione e soprattutto, tantissimo divertimento, con un Eddie Murphy che in quel momento era davvero al top, non cannava praticamente nulla, ti fa veramente ridere (basta pensare alle scene nella galleria d’arte o agli scherzi a Taggart e Rosewood, i poliziotti incaricati di sorvegliarlo) e, allo stesso tempo, di produrre interessanti scene più tese, dove comunque c’è sempre un po’ di comicità (come l’entrata al club di Maitland o la sparatoria finale). Una vera e propria perla degli anni ’80, che sprizza il meglio dei film di questo genere da tutti i pori, colonna sonora compresa, con la mitica Axel F. di Harold Faltemeyer che ci accompagna per il film, piuttosto che altri pezzi mitici come The Heat is On di Glenn Frey, che fa cominciare subito alla grande questo titolo. Peccato solo per i sequel, davvero scialbi, specialmente l’inguardabile terzo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext