Recensione su Albert Nobbs

/ 20116.4167 voti

28 Dicembre 2012

Nella Gran Bretagna Vittoriana la condizione della donna è miserevole, al punto che ci sono donne che per sfuggire alle continue violenze nascondono la propria identità, facendosi passare per uomini. E’ il caso di Albert Nobbs, perfetto cameriere, che vive la propria condizione con il continuo timore della scoperta, che gli porterà via qualsiasi dignità. Solo la conoscenza con Hubert, imbianchino che è anche lui una donna, ma che ha trovato il modo di vivere felice, farà capire ad Albert che anche lui può trovare la felicità.
Idea interessantissima e recitazione, soprattutto quella di Glenn Close, magistrali, ma a un certo punto la trama si perde un po’ per strada e l’idea perde forza.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext