The Iron Lady

/ 20116.6304 voti
The Iron Lady

La vita del Primo Ministro inglese degli anni ottanta, raccontata ai giorni nostri attraverso gli occhi di una Margaret Thatcher ormai anziana e affetta da demenza senile. La gioventù e la società maschilista inglese, la carriera politica, le scelte ultraconservatrici in ambito nazionale ed internazionale, la sua vita privata.
luca.curtaz ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Iron Lady
Attori principali: Meryl StreepAnthony Stewart HeadHarry LloydJim BroadbentSusan BrownAlice da Cunha, Phoebe Waller-Bridge, Iain Glen, Alexandra Roach, Victoria Bewick, Olivia Colman, Eloise Webb, Sylvestra Le Touzel, Michael Culkin, Michael Cochrane, Nicholas Farrell, John Sessions, David Westhead, Julian Wadham, Richard E. Grant, Roger Allam, Stephen Boxer, Simon Chandler, Michael Pennington, Andrew Havill, Matthew Marsh, Nicholas Jones, David Rintoul, Pip Torrens, Michael Maloney, Robert Portal, Angela Curran, David Cann, Rupert Vansittart, Stephanie Jacob
Regia: Phyllida Lloyd
Sceneggiatura/Autore: Abi Morgan
Colonna sonora: Thomas Newman
Fotografia: Elliot Davis
Costumi: Consolata Boyle
Produttore: François Ivernel, Damian Jones, Adam Kulick
Produzione: Francia, Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Storia, Biografico
Durata: 105 minuti

Un’interpretazione fondamentalmente sbagliata / 6 Novembre 2017 in The Iron Lady

La scelta di mostrare la vicenda attraverso lo sguardo della Thatcher anziana e ormai demente fa assumere di conseguenza alla vita del primo ministro un’aura trasognata. Margaret Thatcher sembra in questo modo non solo un’outsider – cosa che sicuramente era anche nella realtà – ma una persona capitata lì per sbaglio – e questo non corrisponde alla verità dei fatti. C’è ben poco ferro in questa lady – e troppi minuti in questo film, che accumula brevi flashback scollegati senza riuscire a dare un senso alla narrazione. Jim Broadbent provvede un po’ di sollievo comico, mentre la Streep presta il proprio mostruoso talento a un’interpretazione fondamentalmente sbagliata.

Leggi tutto

Assolutamente originale. / 12 Luglio 2016 in The Iron Lady

L’elemento biografico della Thatcher non fa altro che da contorno alla psicologia di un’anziana signora che, arrivata ormai agli ultimi anni, deve fare i conti con la solitudine e il bilancio della sua vita, fatta di paure, errori e incertezze, ma anche di tenacia, coraggio e determinazione.
Il film ritrae un momento della vita, uno degli ultimi, da cui tutti dovremo passare: il momento del resoconto di ciò che abbiamo fatto nel corso degli anni.
Margaret Thatcher continua ad essere tormentata dai dubbi del passato e non vuole assolutamente rinunciare al suo unico rifugio in cui trovare sicurezza, ovvero il marito, pur essendo consapevole di dover lasciarselo alle spalle, esattamente come tutti quei dubbi.

Leggi tutto

Non sufficiente / 5 Luglio 2015 in The Iron Lady

Interessante per i flashback e per la delicatezza della narrazione, ma molto lento, ai limiti del noioso.
Non che ci si potesse aspettare di più, dalla signora dell’Austerity per eccellenza.

1 Giugno 2014 in The Iron Lady

Margaret Thatcher in versione anziana signora che discute con l’allucinazione del marito ormai morto non me l’aspettavo sicuramente, per questo mi sono divertita ancora di più a guardare il film dove si alternano scene tratte dalla sua sfavillante carriera politica a quelle ambientate negli ultimi anni della sua vita,
Una donna potente, con principi molto rigidi, costretta ad affrontare una crisi economica e una situazione politica complessa. Una donna abituata a lottare contro i pregiudizi dei colleghi maschi, ma appoggiata sempre dall’adorabile marito.

Leggi tutto

27 Gennaio 2013 in The Iron Lady

Meryl è sempre unica. La adoro! il film in se non è male. Anche se non vado pazza per quei film dove passato e presente vanno a “braccetto” . Mi dispiace in alcuni punti aver perso il filo del discorso, ma avvolte faticavo a seguirlo. Un po per colpa mia e un po perché mi sembrava che in alcuni punti ci fosse un po di Caos nelle scene. Broadbent lo conosciuto in Harry Potter, e mi piaceva perché era un tipo strano, e hanno fatto bene a sceglierlo come marito della Lady di Ferro.

Leggi tutto