Recensione su Fuori orario

/ 19857.8163 voti

Una notte da incubo o l’incubo di una notte / 7 dicembre 2017 in Fuori orario

“Fuori orario” probabilmente non sarà mai presente, in una lista dei film migliori del grande Scorsese, ma è una piccola perla che consiglierei a chiunque di vedere.
Un uomo, probabilmente dalla vita abitudinaria, interessato a una ragazza, pensa di poter passare una notte piacevole, sarà invece una lunga notte densa di avvenimenti folli, ed il suo desiderio per praticamente tutta la durata del film, sarà “tornare a casa” (e non a caso, viene citato “Il mago di Oz”).
La frenetica notte di Paul, è reale o un incubo? Poco importa, il film in ogni caso non pretende di essere realista, ma rappresenta un po’, quel quartiere di Soho e quella notte, le paure di un uomo qualunque un po’ sfigatello, ed è eccezionale nel farlo.
E’ una commedia, ed è molto divertente e frizzante, ma c’è anche una parte alquanto malinconica, con la canzone “Is that all there is” di Peggy Lee, a rendere alquanto affascinante il tutto, come se già non bastasse Soho stessa, nell’abile regia di Scorsese.
E’ un film su cui ci sarebbe molto da dire (ad esempio sul contrasto tra l’ambiente di lavoro di Paul e Soho, sottolineato anche dalla musica), l’ennesima dimostrazione di bravura di Scorsese.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext