?>Recensione | BoJack Horseman | Oltre le apparenze

Recensione su BoJack Horseman

/ 20148.286 voti

Oltre le apparenze / 17 agosto 2015 in BoJack Horseman

Ho cominciato questa serie animata prodotta da Netflix pensando di trovarmi davanti ad un cartone semplicemente divertente, che mi facesse passare 25 minuti senza pensare a niente… E invece mi sono trovato davanti molto di più!
Come potete vedere dal mio voto, questa serie mi ha sorpreso tantissimo.
Ci sono tanti, tantissimi momenti divertenti, giochi di parole geniali e situazioni da far sputare un polmone dalle risate.
Ma vorrei portare la mia attenzione sulla profondità e sull’impatto emotivo che col tempo questa serie è in grado di creare: tutti i personaggi sono scritti divinamente, in particolare il protagonista, Bojack Horseman, un attore in declino che ormai non sa più cosa fare della sua vita.
Andando avanti con gli episodi mi sono reso conto che man mano la vena “dark”, triste e critica della serie continua a salire fino a raggiungere degli apici incredibili. Non vi nascondo che più volte mi sono ritrovato con le lacrime agli occhi oppure con gli occhi spalancati di fronte a certe scene che, tra tante gag condite da black humour e battute pungenti, nascondevano una profondità che raramente ho trovato in una serie animata.
Vi avviso: La serie ci mette un paio di episodi ad ingranare, ma dopo diventa una vera e propria bomba, soprattutto nella seconda metà delle 2 stagioni finora uscite!
Purtroppo questa serie è poco conosciuta in Italia, anche perché, forse, non verrà mai doppiata… Anche se sinceramente penso che in lingua originale renda molto di più.
Consiglio vivamente a tutti di vederla, non ve ne pentirete assolutamente!
Un motivo in più per convincervi? Todd, uno dei personaggi della serie (a mio parere il più divertente), è doppiato da Aaron Paul (Jesse Pinkman di Breaking Bad).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext