Recensione su Yattaman - Il film

/ 20096.252 voti

A un ladro non è permesso innamorarsi? / 23 Novembre 2013 in Yattaman - Il film

Non sono mai stata un estimatrice della serie animata, così come delle altre serie Time Bolkan(“Calendar Man” e “I predatori del tempo”) e così mi sono avvicinata con molto scetticismo a questo film, ma devo dire che mi ha piacevolmente colpita, non mi aspettavo un prodotto così ben fatto, è stata davvero una piacevole sorpresa per me, devo essere sincera…
Prima di tutto mi hanno colpita i costumi(anche se ignoro totalmente il nome dello stilista), completamente fedeli all’anime con pochi aggiustamenti che ho gradito molto, tutti riguardanti la bellissima Miss Dronio(davvero molto carina l’attrice che la interpreta), ancor più sensuale con quel suo completino in pelle, pieno di borchie e con tanto di calze a rete.
Mi è piaciuto anche molto il design di Yattacan, molto più sobrio, semplice e meno colorato della versione animata, meno robot giocattolo e un po’ più serio.
Positive anche le animazioni digitali e gli effetti speciali, perfettamente integrati con i movimenti realistici degli attori protagonisti(l’unica pecca riguarda i nasi dei due aiutanti di Miss Dronio, davvero ridicoli!).
Mi è piaciuto inoltre il fatto che il regista abbia lasciato intatta la solarità e la voglia di divertirsi del cartone animato, un’allegria che raggiunge spesso picchi assoluti di demenzialità(come per esempio le pose a effetto di Gatchan e Janet quando sono in procinto di iniziare una battaglia).
In sostanza un film che ho gradito molto, che mi ha fatto passare qualche ora di spensieratezza, che mi ha fatto divertire e ricordare, con un pizzico di malinconia, i pomeriggi trascorsi da bambina davanti al televisore a guardare l’irripetibile e meravigliosa ondata di cartoni animati targati anni’70-‘80.
Un film che piacerà sicuramente ai bambini(non ai più piccoli però, per me è un film adatto dai bambini dai sei anni in su…) e che riporterà alla mente dei loro genitori dolci e indimenticabili ricordi.
Un plauso a Takeshi Mike, ha fatto davvero un ottimo lavoro…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext