Una notte da leoni 3

/ 20136.0391 voti
Una notte da leoni 3

Alan smette di assumere i farmaci che ne controllano i comportamenti sopra le righe e combina l'ennesimo disastro, tanto da provocare un attacco di cuore al padre. La madre chiama i suoi amici, affinché lo accompagnino in un istituto in Arizona.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Hangover Part III
Attori principali: Bradley CooperEd HelmsZach GalifianakisJustin BarthaKen JeongJohn Goodman, Melissa McCarthy, Jeffrey Tambor, Heather Graham, Mike Epps, Sasha Barrese, Jamie Chung, Sondra Currie, Gillian Vigman, Oliver Cooper, Mike Vallely, Grant Holmquist, Oscar Torre, Billy Choi, Jonny Coyne, Silvia Curiel, Jim Lau, Lela Loren, Harrison Forsyth, Roger Schueller, Jenny Ladner, Scott Anthony Leet, Tim Sitarz, Danny Le Boyer, Damion Poitier, Tiffany Tynes, Betty Murphy
Regia: Todd Phillips
Sceneggiatura/Autore: Craig Mazin, Todd Phillips
Colonna sonora: Christophe Beck
Fotografia: Lawrence Sher
Costumi: Louise Mingenbach, Mitchell Ray Kenney
Produttore: J.C. Spink, Thomas Tull, Todd Phillips, Daniel Goldberg, Scott Budnick
Produzione: Usa
Genere: Commedia
Durata: 100 minuti

Già il due era al limite .. questo davvero out / 26 Agosto 2014 in Una notte da leoni 3

Da dimenticare … polpettone .. confezionato solo per sfruttare la liscia dei precedenti

17 Luglio 2014 in Una notte da leoni 3

Inevitabile il confronto con i due capitoli precedenti e questo episodio perde molto, forse dovuto proprio al cambiamento della storia. Nel prologo troviamo i due più “fuori di testa” con qualche problema; Chow evade dal carcere di Bangkok dove era rinchiuso, Alan sta viaggiando dopo aver comprato una giraffa (la storia non finisce molto bene).
Stavolta i “nostri amici” non sono coinvolti in un dopo sbornia ma inizialmente devono accompagnare Alan in un ospedale terapeutico dopo gli avvenimenti del prologo, ma un incontro con Marshall (un boss locale interpretato da John Goodman) gli farà vivere un’altra avventura insieme.
Meno divertente dei precedenti capitoli, il film vive degli eccessi (talvolta eccessivi, scusate il gioco di parole) di Chow e Alan.
La parte più divertente è sui titoli di coda ma soprattutto perchè ricalca il leit-motiv dei primi due film.

Leggi tutto

2 Dicembre 2013 in Una notte da leoni 3

La comicità della saga cominciava a darmi sui nervi già nel corso del primo film, pensate perciò con quale entusiasmo attendessi questo terzo episodio, tra l’altro sequel di un secondo che era più un remake dell’originale che un film vero e proprio.
Ne esce una commediaccia dai toni action e dalla comicità annacquata, in cui l’unica cosa da salvare sono Black Sabbath e Nine Inch Nails nella soundtrack e che perde persino l’elemento fondamentale che fece la fortuna del film originale: l’alchimia tra gli attori. In questo episodio evidentemente catapultati di malavoglia in un’operazione a cui non credono più nemmeno loro.

Leggi tutto

11 Novembre 2013 in Una notte da leoni 3

C’è comicità e comicità.
C’è gente che guarda Colorado e ride, c’è gente che guarda Made in Sud e ride da 3 anni per le stesse battute. E poi ci sono io che do 8 al terzo Hangover.
Ok, manca l'”Hangover”. Ma la storia diverte e non sa di già visto. Un paio di scene mi hanno fatto proprio ridere, cosa che non può dire chi, da 10 anni, va al cinema il 26 dicembre a vedere i film di De Sica o Boldi.
Spero che l’attore che interpreta Doug abbia guadagnato una miseria, in tre film si vede mezz’ora.
Buona e di gusto la colonna sonora.

Leggi tutto

8 Ottobre 2013 in Una notte da leoni 3

Il consumismo più sfrenato rovina anche le idee più divertenti.
E’ stato così per i pirati dei caraibi (carino il primo, orrendi tutti gli altri) ed è così anche per The hangover…Il primo faceva sganasciare, il secondo ti lascia l’amaro in bocca perchè è un copia-e-incolla del primo e il terzo oltre a non far ridere ed essere una delusione profonda non serve ad un tubo! Se non a ingrassare i portafogli dei produttori.
Anche gli attori sono in difficoltà di fronte a questa specie di commedia on the road con stupidissimi risvolti action scritta in quattro e quattr’otto giusto per far cassa.
E quel maledetto cinese è la cosa più fottutamente inutile di tutta la saga.
Demenziale.
Brutto.
Per niente divertente.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.