?>Recensione | Murder-Set-Pieces | un horror mediocre

Recensione su Murder-Set-Pieces

/ 20083.79 voti

un horror mediocre / 9 ottobre 2014 in Murder-Set-Pieces

Feci l’enorme errore di comprare questo film in DVD anni fa, e devo dirlo son stati 10 euro buttati nel cesso. Murder-Set-Pieces è un horror del 2004 diretto da Nick Palumbo.
La trama a grandi linee è questa: per le strade di Las Vegas si aggira un serial killer noto come “il fotografo”, un pazzo con tendenze naziste tormentato da incubi di un infanzia violenta e da flashback degli attentati dell 11 Settembre 2001, che si diverte a seviziare prostitute o giovani donne sexy abbordate con la scusa di fare loro un servizio fotografico.
Il film è piuttosto privo di un senso logico, e si riduce solo a mostrare qualche scena di violenza, comunque per nulla scioccante, o qualche scena di sesso nemmeno troppo spinta. Alcune scene poi rasentano il ridicolo, tipo quella in cui il protagonista (Sven Garret) si fa fare un pompino con la testa di una sua vittima, scena che a dire il vero almeno una risata è riuscita a strapparmela. In generale comunque è un film piuttosto dimenticabile e noioso, che appunto al di là di qualche risata isolata non offre spunti interessanti. Oltretutto Sven Garret è pessimo, espressivo come un mattone, e non riesce a lasciare una qualsivoglia emozione, sembra un automa. Nelle note di copertina del DVD è segnalato come “Il più insostenibile horror mai apparso sugli schermi” , anche se a me così insostenibile non è sembrato, anzi. Oppure “attenzione: il film contiene immagini scioccanti” ok, quali? no davvero, quali? immagini cosi scioccanti non ne ho viste. Le uniche cose belle del film? mah….forse giusto le modelle sexy.
In generale lo consiglio giusto se volete farvi qualche risata ma giusto per quelle, perché se vi aspettate un horror davvero insostenibile, cruento, ricco di scene gore, budella ecc ecc è meglio che girate altrove.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext