1956

Moby Dick la balena bianca

/ 19567.134 voti
Moby Dick la balena bianca
Moby Dick la balena bianca

Nel 1841 un giovane e squattrinato marinaio, Ismaele, decide di imbarcarsi sul Pequod, una baleniera comandata dal dispotico capitano Achab. Quest'ultimo coinvolgerà tutto l'equipaggio della nave nella sua folle caccia a una balena bianca, Moby Dick, a causa della quale Achab ha perso una gamba. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Herman Melville.
schizoidman ha scritto questa trama

Titolo Originale: Moby Dick
Attori principali: Gregory PeckRichard BasehartLeo GennJames Robertson JusticeHarry AndrewsBernard Miles, Friedrich von Ledebur, Mervyn Johns, Orson Welles, John Huston
Regia: John Huston
Sceneggiatura/Autore: Ray Bradbury, John Huston
Colonna sonora: Philip Sainton
Fotografia: Oswald Morris
Produttore: Vaughan N. Dean, John Huston
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Azione
Durata: 116 minuti

Un classico / 19 Novembre 2017 in Moby Dick la balena bianca

Film che mostra un po’ i suoi anni ma rimane assolutamente solido. E’ la trasposizione cinematografica ad opera di John Huston del famosissimo libro di Melville. La nota caccia alla leggendaria balena bianca Moby Dick da parte del Capitano Achab (il grande Gregory Peck) e di un equipaggio proveniente da tutto il mondo (tra di loro sicuramente il personaggio più in vista è Ismaele, intrepretato da Richard Basehart, ma ci sono tanti personaggi che colpiscono), che lotterà fino alla fine contro la balena che già in passato aveva ferito in modo profondo il Capitano. Come detto all’inizio, anche se si vedono chiaramente i segni del tempo, il film è solido, diretto bene, e recitato ottimamente (c’è anche un cameo di Orson Welles). Sicuramente un film della vecchia scuola da vedere, anche se forse è un po’ diverso dal libro.

Leggi tutto

Balena bianca su sfondo desaturato / 11 Maggio 2016 in Moby Dick la balena bianca

Huston porta su pellicola uno dei romanzi più complessi della narrativa americana, limando le derive più grossolane del kolossal grazie anche alla eccellente fotografia di Oswald Morris, una originale tavolozza di colori desaturati, e alle bellissime musiche di Philip Sainton coronate da tipici canti marinareschi. Statuario Gregory Peck (un Capitano Achab forse imperfetto che resta comunque memorabile), buon cast con un cameo alquanto pletorico di Orson Welles.

Leggi tutto