Recensione su Mica scema la ragazza!

/ 19727.016 voti

Truffaut indiavolato / 25 Aprile 2020 in Mica scema la ragazza!

Mica scema la ragazza! è una commedia indiavolata di Truffaut che mi ha stupito per la sua natura licenziosa e volgarotta.
Inizialmente, poiché ho visto il film doppiato in italiano, pensavo che l’abbondanza di trivialità e lazzi boccacceschi fosse da imputare all’adattamento nostrano che, in molte altre occasioni, ha massacrato film stranieri con dialoghi forzatamente sboccati o caratterizzati in maniera inadeguata (es. accenti regionali ingiustificati). Invece, leggendo le note al film contenute nel libro François Truffaut al lavoro di Carole La Berre, ho appreso che queste “esagerazioni” linguistiche sono state volute proprio da Truffaut che, già in altre occasioni, nella sua carriera di scrittore e critico cinematografico, si era divertito a sfoderare questa vena “popolana”. Pare che, sul set del film, l’atmosfera fosse molto leggera e che attori e troupe si siano sbellicati dal ridere.
Al di là della sua natura eccessiva, il film contiene molti elementi formali di interesse, a partire dal citato ritmo ipercinetico che, a tratti, ricorda certe vecchie commedie slapstick del muto. Un’altra caratteristica che ho apprezzato molto è la natura duale del racconto: la storia della protagonista (un’ottima Bernadette Lafont) è molto drammatica (parla di abusi, traumi), ma è patinata dalle trovate comiche e dalla forza della protagonista, una donna che agisce impavida in un mondo difficile, usando ogni arma a propria disposizione, dalla furbizia alla bellezza.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext