Recensione su Per amore di Liza

/ 20024.37 voti

solo, lacrime. / 30 Maggio 2011 in Per amore di Liza

Ho immaginato, prendendo fra le mani il dvd appena editato dalla Bim (pur essendo del 2002), che fossi davanti a un film interessante seppur inspiegabilmente ignorato dalla critica -il Mereghetti non ne parla nella maniera più assoluta. Hoffman, ho continuato a pensare, sarà perfetto nella parte del -giustamente- depresso che tenta di dimenticare il suicidio della moglie.
Invece no.
Mi sono sbagliato su tutto.
Un film inconsistente e a tratti insignificante, che fa perdere lustro ad attori del calibro di Hoffman e Bates. Deludente all’ennesima potenza, la sciatta regia non è stata in grado di illustrare un dramma così profondo senza cadere nel già visto, nel ridondante, nell’insulso. E giunti alla fine, quando si spera che qualcosa debba succedere vista la debolissima sceneggiatura, arrivano le lacrime. Copiose e fluenti. Ma non per la bellezza del film, no; piuttosto, le lacrime scendono per aver speso male dei soldi che sarebbero potuti essere investiti per altri più meritevoli film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext