1994

Léon

/ 19948.2741 voti
Léon
Léon

Matilda resta improvvisamente orfana, dopo che la sua famiglia è stata sterminata da una banda di trafficanti di droga. In cerca di aiuto, si rivolge ad un vicino di casa, il killer solitario e taciturno Léon.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Léon
Attori principali: Jean Reno, Natalie Portman, Gary Oldman, Danny Aiello, Peter Appel, Michael Badalucco, Ellen Greene, Elizabeth Regen, Carl J. Matusovich, Eric Challier, Willi One Blood, Don Creech, Keith A. Glascoe, Jernard Burks, Matt De Matt, Frank Senger, Stuart Rudin, Lucius Wyatt 'Cherokee', Maïwenn, Luc Bernard, Joseph Malerba, Adam Busch, Jessie Keosian, George Martin, Alex Dezen, Kent Broadhurst, Tommy Hollis, Peter Linari, Arsène Jiroyan, Geoffrey Bateman
Regia: Luc Besson
Sceneggiatura/Autore: Luc Besson
Colonna sonora: Eric Serra
Fotografia: Thierry Arbogast
Costumi: Magali Guidasci
Produttore: Patrice Ledoux
Produzione: Francia, Usa
Genere: Drammatico, Thriller, Poliziesco
Durata: 111 minuti

“Leon? Che nome cazzuto!” / 15 Novembre 2018 in Léon

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

A mio modesto parere un capolavoro, personaggi ottimamente caratterizzati e interpretati da attori che ben si calano nella parte seguendo anche il crescere interiore dei personaggi che interpretano, personaggi combattuti interiormente come il protagonista con la sua piantina e le sue pulizie, per non parlare della ragazza maltrattata dal padre(una Natalie... continua a leggere » Portman incredibilmente realistica e brava), inoltre la storia d'amore non convenzionale è più che riuscita ed è una delle migliori rappresentazioni d'amore(platonica, se così si vuole chiamare) dei film contemporanei.
Un film crudo e dolce allo stesso tempo, una favola moderna del cinema, dove il principe azzurro è un uomo triste e solitario che strappa la sua amata dalle grinfie dei cattivi e la difende fino a morire.
Una splendida fiaba metropolitana, per me bellissimo.
Mostruosa l’interpretazione di Gary Oldman.

Léon / 1 Giugno 2016 in Léon

La trama è semplice appena la si comprende, ma su questa viene creata una rete di rapporti fra i due personaggi principali che nonostante tutto non scandalizza.

AUDACE CAPOLAVORO / 18 Maggio 2016 in Léon

Nessun film mi sarà più caro di Léon. Una pellicola davvero interessante, una storia particolare e non convenzionale. Le musiche, ed in particolare la canzone di Sting, sono un vero tocco di classe, così malinconiche e struggenti. Nello spettatore si alternano in maniera progressiva emozioni forti e contrastanti: rabbia, tenerezza, pietà, vendetta. Si... continua a leggere » può forse parlare di una catarsi? Credo di sì. Ma soffermiamoci sui tre personaggi principali: Matilda, una ragazzina da poco adolescente, quasi una bambina, lasciatasi alle spalle un'esistenza segnata dalla sofferenza, si trova a gestire due uomini adulti a loro modo intrattabili. Uno è Léon, cinico sicario della malavita, l'altro, il cattivo, è Norman Stansfield, uno psicopatico in balìa delle droghe. Le interpretazioni maschili sono davvero notevoli: Jean Reno è alla sua migliore performance cinematografica, poichè alterna momenti di cruda violenza a scene quasi infantili. Emblematica è la presenza sistematica del latte, chiaro riferimento ad un rapporto materno. Gary Oldman veste i panni di un intrigante antagonista, dotato del giusto carisma proprio di ogni cattivo degno di nota. Ma il vero adulto della pellicola è la dolce ma spregiudicata Matilda. A tratti ancora una bambina, nel suo personaggio si coniugano una ferrea volontà di vendetta, una bruciante passione amorosa (la prima, la più importante) ed una tenerezza malinconica che commuove anche il più duro tra gli spettatori. La grandezza del film si incarna proprio nel suo personaggio femminile. Il regista Luc Besson ha intrapreso un sentiero davvero pericoloso decidendo di affidare a Matilda un tale carico di emozioni e complessità. Avrebbe potuto gestire, l'attrice chiamata ad interpretarla, un simile peso? Come avrebbe reagito il pubblico ad una tredicenne che fuma e parla di sesso ed omicidi? Era giusto tutto ciò? Si dice che la fortuna aiuta gli audaci, e Besson è certamente tra questi. Il suo film è un capolavoro. Il più grande dono che il cineasta francese ha fatto al mondo del Cinema è Natalie Portman, così giovane eppure così immensa. E' lei, vittima fragile del mondo degli adulti, il vero gigante del film.

Miglior Luc Besson / 21 Novembre 2015 in Léon

Gran bel film! Jean Reno è come sempre fenomenale nelle sue interpretazioni, poi anche la piccola Natalie Portman dava già segno di gran bravura! molto carina anche la storia. Di solito odio i film d'azione, ma questo è particolare, non c'è un superuomo, o meglio c'è, ma non vuole darlo a vedere, e si comporta da persona modesta e timida. Grande!

This is from Matilda / 4 Maggio 2015 in Léon

E' davvero difficile dare una recensione, è IL film, niente da aggiungere. Lascia un'impronta indelebile.
Le emozioni innumerevoli che la storia suscita dal primo momento fino allo strepitoso finale, l'ammirazione nel vedere le interpretazioni dei due protagonisti a dir poco perfette (in particolar modo quella della Portman), sono tra le cose più belle... continua a leggere » che il cinema degli ultimi anni abbia mai offerto.