La setta

/ 19915.924 voti
La setta

Francoforte. Miriam è una giovane e gentile insegnante che viene coinvolta nei riti ancestrali di una congrega intenzionata a dare vita all'Anticristo. Un giorno, la ragazza si imbatte in maniera apparentemente casuale in un anziano signore: Miriam quasi lo travolge e, per scusarsi, lo invita ad entrare in casa. Sarà l'inizio di un incubo.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: La setta
Attori principali: Kelly CurtisKelly CurtisHerbert LomHerbert LomMariangela GiordanoMariangela GiordanomaschioMichel AdatteCarla CassolaCarla CassolaAngelika Maria Boeck, Giovanni Lombardo Radice, Niels Gullov, Tomas Arana, Michele Soavi, Donald O'Brien, Stefania Possamai, Mostra tutti

Regia: Michele SoaviMichele Soavi
Sceneggiatura/Autore: Dario Argento, Michele Soavi, Gianni Romoli
Colonna sonora: Pino Donaggio
Fotografia: Raffaele Mertes
Costumi: Vera Cozzolino
Produttore: Dario Argento, Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Produzione: Italia, Germania
Genere: Thriller, Horror
Durata: 116 minuti

Dove vedere in streaming La setta

LA SETTA E’ DA SETTE / 3 Ottobre 2021 in La setta

Soavi ha smesso con l’horror troppo presto. La sua incursione nel genere è durata appena quattro film, ma tanto è bastato per definirlo come ultimo maestro del brivido tricolore. Titolo di maestro guadagnato meritatamente sul campo. I suoi film sono ricchi di stimoli visivi e d’inventiva. “La setta” è inferiore a “Deliria” e a “Dellamorte Dellamore”, ma supera entrambi per raffinatezza estetica.

Soavi muove la macchina da presa con sapienza dimostrando di avere il totale controllo del film. L’uso della simbologia è sfrenato così come quello dei rimandi. La parentesi onirica surreale è davvero ispirata e sfiora la videoart. A turbare le mie notti la scena del “Giro la chiave!”.

La sceneggiatura non è male, sicuramente migliore di quella scritta per il precedente “La chiesa”, e vede nuovamente con la penna in mano Dario Argento, qui anche produttore.

Protagonista Kelly Curtis, sorella della ben più celebre Jamie Lee. Nel complesso se la cava bene, anche se le sue reazioni non sono proprio coerentissime con i fatti che le capitano, ma questo è con tutta probabilità un problema di scrittura e non d’interpretazione.
Herbert Lom nobilita il cast con la sua presenza e carisma.

La colonna sonora meriterebbe una svecchiata. Molto anni ’90 in senso negativo. Un commento musicale più moderno eleverebbe ulteriormente la pellicola.

Un film da riscoprire pieno di idee. Con le idee contenute in questo film oggi ne farebbero dodici.

Leggi tutto

Bleah…. / 12 Luglio 2020 in La setta

Continua la mia rivisitazione di questi piccoli cult anni 80-90 ma purtroppo “La Setta” non mantiene alta l’asticella dell’interesse… e risulta essere invecchiato male.
Lo ricordavo cupo e inquietante ma ad oggi è noioso e confusionario.
Peccato, ha delle buone qualità ma ha perso molto molto fascino.
4.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.