Recensione su La paranza dei bambini

/ 20196.962 voti

19 Gennaio 2021

Il film ha attirato la mia attenzione a seguito della lettura dell’omonimo romanzo di Saviano. Oltre al soggetto, Saviano partecipa anche alla sceneggiatura ma nonostante questo la pellicola è molto diversa dall’opera letteraria. Inevitabilmente alcuni personaggi vengono sacrificati e le motivazioni che spingono Nicolas (il protagonista) ad intraprendere una cattiva strada sono totalmente diverse. Mentre nel romanzo sembra un navigato boss del suo quartiere, glaciale, spietato e abile calcolatore, nel film emergono le incertezze e insicurezze della sua età. Figlio di un nuovo genere, tipicamente italiano, La paranza dei bambini strizza l’occhio a Gomorra, Suburra, Il sindaco di Rione Sanità ed altri. Giovannesi confeziona un film che personalmente sono riuscito a giustificare in alcuni punti, anche più del romanzo. Un finale più in linea con il resto della narrazione, risulta ingiustificato invece nel libro.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext