11 Recensioni su

Godzilla

/ 20146.0271 voti

adoro ! / 22 Aprile 2020 in Godzilla

fantastica atmosfera vintage ed effetti speciali potentissimi. Forse dallo sviluppo della trama mi aspettavo qualcosa in piu.. ma è un ottimo blockbuster, specie per gli amanti dei big monsters movie.

Delusione / 2 Gennaio 2016 in Godzilla

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Film assolutamente lento! Mammamia! Trama scarsissima, attori PESSIMI ( il protagonista è antipaticissimo e ti auguri che muoia al piu presto, il bambino non dice una parola per tutto il film e la moglie piange in continuazione) e pure lungo!

L’unico pregio sono gli effetti speciali fatti veramente bene. Avranno usato tutti i soldi del budget li purtroppo. Evitabilissimo e la parola “americanata” qui ci sta benissimo!

Leggi tutto

21 Agosto 2015 in Godzilla

Un film su Godzilla in cui Godzilla si vede pochissimo… Poi il classico eroe americano “penso a tutto io”. E hanno avuto anche l’ardire di ammazzarmi Walter White! Per il resto normale amministrazione hollywoodiana.

21 Gennaio 2015 in Godzilla

Tornato alla ribalta il monster-movie con il buon Pacific Rim era inevitabile che anche il mostro più famoso della storia del cinema trovasse nuova vita con un blockbuster dal vago sapore anni 90. Trionfo di computer grafica e cast d’eccezione. Il risultato è anche apprezzabile ma il problema è che per quanto sopra la media, si tratta sempre dei soliti mostri giganti che si combattono per le strade di San Francisco, con dialoghi ridicoli, personaggi tagliati con l’accetta e patriottismo dilagante.

Leggi tutto

L’IDEA NON ERA MALE MA SI PERDE UN PO’ / 15 Luglio 2014 in Godzilla

Devo ammettere che l’idea di fondo era molto stuzzicante ,questa lotta per l’equilibrio tra creature rimaste nascoste per anni e che ora tornavano alla vita per decidere chi fosse il re di questo mondo, in cui noi siamo solo ospiti e non padroni.
Come detto l’idea non e’ male ,ma la morte troppo prematura di Joe Brody ( indimenticabile papa’ di Malcom ) ,fa perdere davvero tantissimo al film ,e’ come se la guida che fino a quel momento ci aveva accompagnato ,guidato e narrato ,sparisse improvvisamente lasciandoti nel mezzo di un bel film dal punto di vista degli effetti,delle battaglie e della tensione ,ma senza quel qualcosa che fino a quel momento aveva dato la marcia in piu’ capace nella prima parte di farti crescere curiosita’ e tensione.
Bellino ,maaaaaaaaaa peccato.
5,5

Leggi tutto

apprezzabile / 20 Maggio 2014 in Godzilla

si è visto di molto meglio, ma un bel 6,5 non glielo toglie nessuno. Sicuramente migliore di Amazing Spiderman 2. Ci sono molte scene d’impatto nei combattimenti anche se fa strano vedere Godzilla che spara raggi dalla bocca xD ma comunque un discreto prodotto.

Il voto sarebbe un 5.5 / 20 Maggio 2014 in Godzilla

Altra versione del Mostro Giapponese. Stavolta non è solo; sono presenti infatti altri due creature, i M.u.t.o. (Massive Unidentified Terrestrial Organism) che si nutrono di radiazioni.
Carini i titoli di testa ma forse sono la parte migliore del film insieme con la scena sul ponte; inizio con presentazione storica di Godzilla e dei personaggi coinvolti. Verso il finale i combattimenti sono interessanti ma il film rimane abbastanza piatto, senza lasciare e suscitare troppe emozioni.
Non proprio una cagata ma un film che si può tranquillamente trascurare (forse riesce addirittura a rivalutare il film di Emmerich del 1998).
Cast di poco conto; Aaron Taylor Johnson lo abbiamo visto in Kick-ass e lo vedremo nel prossimo Avengers come anche Elizabeth Olsen (la moglie nel film), Ken Watanabe era in “L’ultimo samurai”, Bryan Cranston è nel telefilm Breaking Bad.

Leggi tutto

Recensione tratta da: http://apaci.altervista.org/godzilla-2014/ / 17 Maggio 2014 in Godzilla

Lo dico sinceramente: inizialmente non volevo nemmeno andare a vedere questo film; appena è stato annunciato, infatti, mi sono subito fatto l’idea che sarebbe stato un film mediocre, il solito remake, la solita giapponesata occidentalizzata.
Posso invece affermare – felicemente – che le mie aspettative erano sbagliate: Godzilla è un film ben riuscito, forse un po’ privo di spessore, ma sicuramente un capolavoro sotto altri aspetti. Ma andiamo a vedere nel dettaglio di cosa sto parlando.

La trama è in principio incentrata su Joe Brody, tecnico responsabile del funzionamento di una centrale nucleare in Giappone, a Tokyo. Un triste giorno delle scariche elettromagnetiche di origine ignota compromettono il funzionamento della centrale, provocando una catastrofe nella quale la moglie del protagonista rimarrà uccisa. Joe si mette alla ricerca della verità, trovandola infine quindici anni dopo.
Il ritmo frenetico, che dall’inizio del film alla fine non fa che crescere, assicurerà allo spettatore un coinvolgimento continuo per tutte le due ore di film.
Temi trattati più volte nella storia saranno quindi: il terrore nei confronti delle armi atomiche e delle radiazioni; il ruolo distruttivo dell’uomo sull’equilibrio del pianeta, che verrà invece riportato dai mostri, utilizzati dalla natura come strumenti naturali per riportare l’ordine.

La recitazione degli attori è ottima ed emozionante. Unico punto che mi viene da criticare è la morte precoce di Bryan Cranston, sicuramente il miglior attore del cast, ma anche il primo a morire; ci sono rimasto proprio male, ma in fondo “sono sempre i migliori ad andarsene per primi”.

Eccezionali anche il comparto grafico e quello sonoro! Il 3D è ottimo, coinvolgente e solido; gli effetti speciali sono qualcosa di sublime, veramente il punto forte, a mio parere, del film.
Il sonoro poi è afrodisiaco! Cosa c’è di meglio che vedere mostri enormi che si combattono distruggendo città, in mezzo a mille esplosioni, effetti sonori e musiche epiche che pompano a tutto volume?

Ora che ho indorato bene la pillola, mi appresto a elencare tutto ciò che non mi è invece piaciuto del film:
– I militari idioti, che più volte nel corso del film non si accorgono dei mostri alle loro spalle. Voglio dire, magari un uccellino svolazzante di notte non lo vedi, ma un soldato ben addestrato dovrebbe perlomeno percepire, magari anche solo dal rumore, un essere alto 100 metri appollaiato a pochi metri da lui?
– Deus Ex Machina continui! Uno dietro l’altro! Per chi non lo sapesse, con deus ex machina intendo quegli avvenimenti provvidenziali che fanno sì che il protagonista si salvi il c**o per il rotto della cuffia, quasi per intervento divino. Ora, va bene uno, vanno bene due, ma soprattutto la parte finale del film è un continuo succedersi di coincidenze che lo rendono piuttosto inverosimile.
– Trama un po’ banale: un Godzilla buono che riporta l’ordine e poi si dilegua, i due innamorati che si separano e poi si ricongiungono, ecc.
– La morte di Bryan Cranston a neanche metà film. Perché? Perché?! Percheeeeeeeeeeeeeeeeee?!?! Non c’è altro da dire.

In definitiva un film coinvolgente e pieno, che regala tante emozioni, nonostante in fondo in fondo sia comunque un’americanata. Lo consiglio sicuramente al grande pubblico, ma i più esigenti potrebbero non apprezzarlo.

Voto: 4/5

Leggi tutto

Godzilla nemico usa iper raggio / 17 Maggio 2014 in Godzilla

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Le mie aspettative erano più che basse, ma il fatto che il biglietto costasse 3 euro mi ha disgraziatamente convinto ad andare a vedere questo film. Risultato? basti pensare che su quattro amici il commento più lusinghiero è stato “che schifezza”.
Capisco che il film è volutamente sviluppato sul modello dei vecchi kaijū movie giapponesi, cercando (malamente) di mantenere un continuo stato di tensione sulle apparizioni del mostro, ma non è possibile che per arrivare a vedere il tanto agognato lucertolone l’ignaro spettatore debba sorbirsi quasi un’ora e mezza di strazi familiari e azioni di guerriglia compiute da militari incompetenti contro pokemon-scarafaggi, il tutto infarcito da un’accozzaglia di cliché american-style (persino il giorno del compleanno, dannazione) e scene a caso, vedi la bizzarra mania del regista d’inquadrare in continuazione i bambini.
Capitolo a parte merita la terribile recitazione collettiva, dall’inespressivo tenente Ford al buon Watanabe (che ricordavo un attore migliore, diamine) il quale, oltre a mantenere la stessa espressione stralunata per tutto il film, ha l’inquietante mania di apparire all’improvviso in ogni scena come un dannato ninja (e non parliamo del doppiaggio, ogni volta che pronunciava Godzilla erano grasse risate in sala). Un plauso va ai trailer che hanno spacciato Bryan Cranston (unico bravo attore nel film oltre la sempre brava Binoche) come protagonista della pellicola, peccato che in realtà muoia in maniera scialba dopo quaranta minuti scarsi nell’indifferenza generale, in particolare del figlio.
Nota di merito per il mostro: ben fatto, bei combattimenti e bell’iper raggio, peccato sia solo una goccia nell’oceano.
Un finale all’acqua di rose accompagna lo sventurato spettatore al termine di questa pellicola dal titolo quanto mai mendace, ennesima dimostrazione di come oggigiorno per i film da botteghino una sceneggiatura quantomeno decente sia solo un optional superfluo, tanto ci sono gli effetti speciali ad ipnotizzare lo spettatore (un esempio a caso, Lo Hobbit)

Ps: Vedere la Binoche così invecchiata è stato un colpo al cuore.

Leggi tutto

Torna in Giappone, Godzilla. L’America non ti merita. / 16 Maggio 2014 in Godzilla

Ci sono senz’altro alcuni pregi, come ad esempio l’aspetto di Godzilla, che è una versione moderna e decisamente più fedele della sua controparte del ’54 (non l’unica strizzata d’occhio rivolta al lungometraggio di Honda). O le bellissime musiche di Alexandre Desplat.
Anche la parte finale è difficile da bocciare, sia a livello d’intrattenimento che come valorizzazione della figura principale. Solo negli ultimi minuti forse, Edwards riesce ad omaggiare realmente il lucertolone per quello che è sempre stato nell’immaginario collettivo: il re dei mostri, “colui in grado di ristabilire l’ordine naturale”.
Purtroppo il tutto non è sufficiente a promuovere queste due ore di visione.
Edwards usa una regia che sembra invitare lo spettatore a giocare a “Godzilla c’è ma non si vede”. Così il film è un susseguirsi di piani e operazioni da parte dei militari, cosa che a lungo andare diventa decisamente stancante. Anche il ritmo è pressoché piatto e per larghi tratti si sprofonda nella poltrona. La sceneggiatura è oltretutto ricca di buchi, forzature, cliché e chi più ne ha, più ne metta.
Alcuni spunti erano davvero promettenti. Ma per me è no.

Leggi tutto

Un voto diviso….. / 16 Maggio 2014 in Godzilla

Se parliamo di questo reboot di “Godzilla” come un blockbuster di azione e adrenalina allora un bel 7 non glie lo leva nessuno: eccellenti effetti speciali, una storia ben costruita e un discreto 3D, nell’insieme molto invitante, al contrario di quel flop di Emmerich del ’98. Ma come recitazione un 5 stiracchiato…. Attori penosi (salvo quel poco spazio al dottor White di “Breaking Bad”) e qualche falla nella storia, con alcuni dettagli al limite del ridicolo! Però non mi annoiato, queste americane fatte di eserciti, marines e bombe acchiappano sempre. Da suspence la scena del treno sul ponte! 7.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.