Recensione su …Continuavano A Chiamarlo Trinità

/ 19727.1181 voti

Uno tira l’altro… / 14 Ottobre 2016 in …Continuavano A Chiamarlo Trinità

Il secondo episodio di Trinità non perde minimamente lo smalto rispetto al predecessore e con esso può tranquillamente competere per la palma di miglior film della coppia Bud Spencer e Terence Hill.
Enzo Barboni in arte E.B. Clucher dimostra di non aver terminato le idee ironiche da applicare al genere western comedy: alcune situazioni necessariamente si ripetono, altre sono più originali (la prestidigitazione – a cura di Tony Binarelli – al tavolo da poker).
A un veterano dei western all’americana come Harry Carey Jr. (che ha lavorato in vari film di John Ford) viene affidato il ruolo del padre dei due.
Da questo film inizia inoltre la collaborazione della coppia con Guido e Maurizio De Angelis (alias Oliver Onions), che con la loro bellissima Trinity Stand Tall non fanno rimpiangere il pur più celebre motivo di Lally Stott del primo film.
I due Trinità vanno semplicemente guardati e riguardati… e ricordati alle tavolate con amici, tra grasse risate e un paio di birre.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext