Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata

/ 19716.767 voti
Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata

Anni sessanta. Amedeo, emigrato in Australia, solo e prossimo ai cinquant'anni, desidera disperatamente la compagnia di una brava donna italiana che accetti di diventare sua moglie. Non avendo da offrire, però, nè prestanza fisica nè agiatezza economica, vede rifiutate tutte le sue proposte. Decide di tentare il matrimonio per procura ma, anche così, vistolo in fotografia, nessuna accetta di sposarlo. Tenterà allora un imbroglio spacciandosi per l'amico Giuseppe, più giovane e attraente. Gli risponderà Carmela, bella ragazza che cerca una via di fuga da un'esistenza travagliata che la costringe, in Italia, a fare la prostituta. Entrambi nasconderanno all'altro il proprio segreto. David di Donatello a Claudia Cardinale quale migliore attrice.
scimmiadigiada ha scritto questa trama

Titolo Originale: Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata
Attori principali: Alberto SordiAlberto SordiClaudia CardinaleClaudia CardinaleRiccardo GarroneRiccardo GarroneCorrado OlmiCorrado OlmiTano CimarosaTano CimarosaNick Buttaro, Riccardo Garrone, Angelo Infanti, Elli Maclure, Silvana Di Lapico, Mario Brega

Regia: maschioLuigi Zampa
Sceneggiatura/Autore: Luigi Zampa, Rodolfo Sonego
Colonna sonora: Piero Piccioni
Fotografia: Aldo Tonti
Produttore: Gianni Hecht Lucari, Fausto Saraceni
Produzione: Italia
Genere: Commedia
Durata: 107 minuti

Dove vedere in streaming Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata

grande cinema italiano / 1 Aprile 2020 in Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata

soffre un po il peso degli anni ( specie in confronti agli altri di Sordi ) ma è pur sempre un grande spaccato del cinema e dell’Italia che fu. La coppia Sordi-Cardinale favolosa.

BELLO E ONESTO / 11 Luglio 2018 in Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata

Dal dopoguerra il cinema italiano ha generato una sorta di sotto genere sull’emigrazione. Pane e cioccolato, Sacco e Vanzetti, Spaghetti House, i magliari e molti altri vanno a formare quello che a parer mio andrebbe preso in considerazione come un genere vero e proprio. A prescindere dalla latitudine dall’ambientazione le situazioni rappresentate hanno spesso punti di contatto e questo “Bello, onesto, ecc. ecc.” non fa eccezione.

Amedeo è un emigrato in Australia di lungo corso. Stufo di non trovare una compagna prova a sposarsi per procura con una battagliera Carmela. Una serie di equivoci e di verità non dette li condurrà ad intraprendere un viaggio assurdo.

Il personaggio di Amedeo è molto interessante. Emigrato da oltre vent’anni cerca una connazionale che rappresenti il suo ideale di donna di quando è partito dall’Italia. Una donna meno emancipata delle australiane, con valori e mentalità da donna degli anni ’50. Amedeo ragiona come se avesse lasciato l’Italia un mese prima, come se non si fosse accorto del passare del tempo e questa sembra una condizione comune a molti emigrati italiani che immaginano il paese d’origine come cristallizzato al giorno che l’hanno lasciato.
Interessante è il desiderio di vendetta, covato dagli italiani, verso il proprio paese che non li ha capiti o voluti. Un voglia di rivalsa più volte espressa durante il film.

Per il resto il film è tristemente divertente, ben girato e ottimamente interpretato da Sordi e Cardinale.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.