Recensione su Batman v Superman: Dawn of Justice

/ 20165.7276 voti

Senza dimenticare Wonder Woman / 27 Marzo 2016 in Batman v Superman: Dawn of Justice

La vicenda si svolge temporalmente dopo L’uomo d’acciaio (diciotto mesi dopo per la precisione). Superman (Hnery Cavill) divide l’opinione
pubblica: chi lo vede come un’eroe che sorveglia Metropolis, chi lo teme come una possibile minaccia.
Tra gli oppositori troviamo anche il miliardario Bruce Wayne (Ben Affleck che sorprende in positivo) che lo vede responsabile in prima persona delle numerose morti causate dal suo scontro con Zod
(vedi L’uomo d’acciaio).
Buona la scena iniziale (anche se sembra lo spot della macchina, il Renegade, in particolare) con lo scontro tra Zod e Superman visto dagli occhi di Bruce Wayne.
Un altro denigratore di Superman, dalla mente un pò instabile, è Lex Luthor (un bravissimo Jesse Eisenberg) che lo vede come una minaccia per l’umanità.
Zach Snyder, che con questo film diventa il regista che ha diretto più film tratti da fumetti, dirige lo scontro tra Batman e Superman con buona mano. Introducendo nella prima parte le vicende che porteranno
al confronto tra i due nella spettacolare seconda parte.
Nella battaglia finale troverà ottimo spazio la splendida Wonder Woman interpretata da Gal Gadot, dal look diverso rispetto al telefilm (ma anche nei fumetti). Più simile a un look da amazzoni, simil Xena,
che a una versione femminile di Superman. In attesa di vederla nel film “individuale” previsto per il 2017.
Un buon film che ho apprezzato di più del film con Superman, ma la mia preferenza continua ad andare verso gli eroi Marvel forse dotati di un pò più autoironia.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext