Australia

/ 20086.6322 voti
Australia
Australia

Australia, prima metà del Novecento. Lady Sarah Ashley è una nobildonna inglese che eredita un'enorme tenuta. Un gruppo di avidi possidenti, però, cerca di sottrarle la proprietà. Drover, un mandriano, si allea con Sarah per aiutarla e acconsente ad accompagnarla con una numerosa mandria attraverso la prateria australiana.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Australia
Attori principali: Nicole KidmanHugh JackmanEssie DavisDavid WenhamBryan BrownDavid Gulpilil, John Jarratt, Shea Adams, Nathin Butler, John Walton, Nigel Harbach, Eddie Baroo, Arthur Dignam, Sandy Gore, Bill Hunter, Jacek Koman, Ben Mendelsohn, Barry Otto, David Ngoombujarra, Bruce Spence, Jack Thompson, Yuen Wah, Kerry Walker, Ray Barrett, Jamal Sydney Bednarz, Tony Barry, Ursula Yovich, Brandon Walters, Matthew Whittet, Lillian Crombie, Max Cullen, Haidee Gaudry, Jamie Gulpilil, Peter Gwynne, Jimmy Hong, Angus Pilakui, Adam McMonigal, Robin Queree, Mark Rathbone, Crusoe Kurddal, Siena Larsson, Danielle Carey, Anton Monsted, William Gabriel, Chris Polzot
Regia: Baz Luhrmann
Sceneggiatura/Autore: Stuart Beattie, Ronald Harwood, Baz Luhrmann, Richard Flanagan
Colonna sonora: David Hirschfelder
Fotografia: Mandy Walker
Costumi: Catherine Martin
Produttore: Baz Luhrmann, Catherine Martin, Catherine Knapman, G. Mac Brown, Paul Watters
Produzione: Australia, Usa, Gran Bretagna
Genere: Azione, Drammatico, Storia
Durata: 165 minuti

Una delusione / 20 Luglio 2015 in Australia

Se vedo sulla locandina “di Baz Luhrmann”, mi aspetto un film alla Baz Luhrmann. Questa è un’insulsa commediola d’amore uguale a tante altre, senza un briciolo delle particolarità che contraddistinguono questo regista. Per questo, non si merita la sufficienza per me. (però Hugh Jackman senza camicia… tanta roba… :D)

Sono di parte / 17 Settembre 2013 in Australia

Sono di parte perché ho una predilezione per l’Australia e per la sua storia. Inoltre un film che per metà è western e per metà di guerra non può che partire in vantaggio di fronte ad un mio giudizio. Questo spiega senza dubbio in buona parte il mio voto così alto.
Poi naturalmente ci sono i paesaggi magnifici, spudoratamente sfruttati per far fare “oooh” allo spettatore. Il ritmo che, a dispetto della durata considerevole del film, si mantiene sempre buono. Qualche sparatoria e una mandria da portare in città, che non guastano mai per quanto riguarda l’azione. Buona anche la recitazione.
Il titolo è appropriato, l’Australia in fondo è questo: mandriani, conflitti mondiali, eredità britannica e rude vita di frontiera, cultura aborigena, splendido ambiente naturale.

Leggi tutto

19 Maggio 2011 in Australia

Film epico che ricorda i “filmoni” di una volta.
Bello e appassionante, un grandioso mix tra western e storia d’amore con incursioni nel dramma bellico e dei problemi razziali nell’Australia durante la seconda guerra mondiale.
Oltre ai due splendidi protagonisti, Nicole Kidman e Hugh Jackman, da sottolineare la prova del ragazzino mulatto, la vera anima del film oltre che il narratore della storia.
Inoltre, soprattutto nella prima parte, si sorride molto x i battibecchi tra la Lady e il mandriano appartenenti a due mondi completamente diversi e dai modi opposti. Man mano che si conoscono, la Lady diventa un pò meno snob e il mandriano un pò meno rude (nei modi e nei comportamenti).
Nei panni del cattivo (caratterizzazione dei personaggi di molti film western) David Wenham visto nel Signore degli Anelli.
Da brividi la canzone del Mago di Oz cantata dalla Kidman.

Leggi tutto

2 Marzo 2011 in Australia

Questo è un film che sicuramente si ricorderà come epico, uno di quei filmoni che sanno raccontarti la storia di una nazione, e non solo. Sì perchè, oltre che essere ambientato in un periodo storico molto importante per l’Australia, il film narra la storia di una donna sola alle prese con un mondo completamente nuovo per lei, racconta la storia d’amore tra lei e il suo mandriano, ma soprattutto si fa portavoce della cosiddetta “generazione rubata”: quei bambini meticci sottratti alle famiglie e consegnati alle istituzioni religiose per togliere loro le radici e la cultura indigena.
E’ un film che sa farti ridere e con la stessa facilità ti commuove, gli attori sono perfetti per la loro parte, soprattutto la Kidman, dà prova di essere una delle migliori attrici di questi tempi.
La fotografia, le scenografie fanno una pubblicità meravigliosa ad una nazione che ha un grandissimo fascino, insomma, un gran film sotto ogni aspetto.

Leggi tutto