Recensione su Curb Your Enthusiasm

/ 20137.6566 voti

3 Febbraio 2014

Ben lontano dal buonismo e dal favoleggiare di pellicole precedenti su un fenomeno tanto cruento quanto disumano come lo schiavismo, “12 anni schiavo” è già uno dei film migliori di quest’anno. Steve McQueen è un maestro del pathos, dopo “Shame” e “Hunger” il suo lavoro si rinsalda nella perfezione più minuziosa. La narrazione è coinvolgente, gli attori danno oltre che il meglio di sé (Fassbender si scosta totalmente dal lavoro patetico con Ridley Scott), le inquadrature e la fotografia coadiuvano a rendere ogni singolo fotogramma stridente, drammatico, in un gioco quasi perverso di opposti tra la natura perlopiù rigogliosa, florida e lussureggiante, e l’inconcepibile perdita di dignità e libertà, ma con il persistente sguardo di coraggio del bravissimo Chiwetel Ejiofor. 9 nomination tutte meritatissime!
Da vedere in lingua originale (e che non mi si venga a dire che sono un’indie fondamentalista, quest’opera merita di essere digerita così com’è).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext