Maurizio Merli: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Maurizio Merli

Anche se si può dire che ha guadagnato fama solo come attore perché aveva una somiglianza così pesante con l'attore italiano Franco Nero , Maurizio Merli è stato un protagonista molto versatile e carismatico nel cinema italiano negli anni '70. La sua prima apparizione fu nel Luchino Visconti film Il gattopardo (1963) come extra non accreditato. Durante gli anni '60 e l'inizio degli anni '70, il giovane Merli mantenne un basso profilo e rimase un giocatore piuttosto secondario nei film italiani. La sua grande svolta è arrivata con il regista Tonino Ricci , a cui avrebbe diretto un seguito non ufficiale Lucio Fulci 'S Zanna Bianca (1973) senza il beneficio della sua stella, Franco Nero . Ricci ha capito che il cast di Merli in testa avrebbe ingannato il pubblico osservatore nel pensare che stavano vedendo Nero e quindi un'autentica avventura di White Fang. Il film successivo Zanna Bianca alla riscossa (1974) ha funzionato abbastanza bene per Marino Girolami e Fabrizio De Angelis nel cast di Merli come protagonista nel dramma criminale Roma violenta (1975) un anno dopo. Proprio come prima, Merli è stato scelto perché il film assomigliava vagamente al film di Franco Nero La polizia incrimina la legge assolve (1973) ("Alto crimine"). Roma violenta (1975) si rivelò un enorme successo sia in Italia che all'estero e Merli si trovò inspiegabilmente catapultato nella celebrità internazionale. Molto simile a come Terence Hill ha trovato la sua nicchia nelle commedie dopo essere stato scoperto dalla folla degli stand-in di Nero, Maurizio Merli si è affermato come il protagonista del genere cinematografico italiano del periodo. Nel breve periodo 1975-1979, Merli ha recitato in non meno di una dozzina di film polizieschi di artisti del calibro di noti registi italiani Umberto Lenzi , Stelvio Massi , e Fernando Di Leo tra cui classici come Napoli violenta (1976), Italia a mano armata (1976) e _Da Corleone a Brooklyn (1978) _. Merli ha anche seguito le orme di Nero ancora una volta ispirandosi a Keoma Mannaja (1977). Il breve periodo frenetico di Merli lo ha visto tipicamente irrimediabilmente interpretare lo stesso ruolo del detective dal naso duro praticamente in ogni film in cui recitava. Si diceva che Merli fosse così coinvolto in questi ruoli che avrebbe spesso esagerato durante le scene di combattimento e ferito gli stuntman. In entrambi _Roma a mano armata (1976) _ e Il cinico, l’infame, il violento (1977), Merli è stato scelto come attore cubano Tomas Milian , con il quale non andava d'accordo nella vita reale. La tensione tra i due ha creato un'ottima chimica sullo schermo per le poche scene che avevano insieme. Le esibizioni del "poliziotto duro" di Merli andavano da così così a quasi brillanti a volte con lui che agitava rabbiosamente i pugni e digrignava i denti quando la sceneggiatura richiedeva raramente cose del genere. Tuttavia, è stato questo tipo di casting che ha portato alla fine della sua carriera quando i cineasti italiani hanno iniziato a concentrarsi meno sui film polizieschi e di più su film fantastici nei primi anni '80 come horror, azione e film post apocalittici in cui Merli aveva semplicemente nessun posto. Ha avuto un breve ruolo in Giorgio Bontempi il thriller di spionaggio Notturno (1983) ma a quel punto il suo livello di lavoro era solo una frazione di quello che era una volta. Un devoto matto per la salute nei suoi ultimi anni, Merli è crollato dopo essersi sforzato eccessivamente in una partita di tennis e morì di infarto miocardico all'età di 49 anni.

Data di nascita: 08/02/1940
Data di morte: 10/03/1989

Lascia un commento

jfb_p_buttontext