Chelo Alonso: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attrice

Female
Chelo Alonso

Se ricordi quegli spettacoli di spada e sandalo che sono diventati la rabbia del cinema italiano tra la fine degli anni '50 e l'inizio degli anni '60, allora ricorderai sicuramente questa torrida bomba bruna. Invariabilmente scelto come la regina ambiziosamente malvagia o la ballerina / tentatrice ondulata la cui missione animica era quella di entrare nell'eroe del film, il primo della "peplum princess" di Chelo Alonso sarebbe sorprendentemente breve ma le sue mosse memorabili e l'istrionica esagerata erano una ragione sufficiente per metterla sul piedistallo internazionale di sex symbol e guadagnare il suo status di cult. Mentre i suoi contributi alla recitazione non avrebbero certamente attirato nessun premio, ha guadagnato l'onore di diventare "Scoperta femminile del cinema italiano" all'inizio del gioco.

La stupenda Alonso è nata Isabel Apolonia García Hernández nel centro di Lugareño, Camagüey, Cuba, il 10 aprile 1933, da padre cubano e madre messicana. Attratta dalla danza, ha iniziato a esibirsi seriamente a L'Avana all'età di 17 anni, e presto ha guadagnato notorietà al Teatro Nazionale di Cuba per il suo stile sensuale ed esotico. Ha preso il suo commercio a Parigi nel 1957 e divenne il brindisi della Folies Bergère come emergente Josephine Baker . Presentata come la "bomba cubana H", ha combinato i suoi ritmi afro-cubani nativi con uno stile seducente di danza del ventre che ha incoraggiato i fischi di lupo dovunque andasse in tournée, che alla fine avrebbe incluso Puerto Rico, Haiti e persino gli Stati Uniti.

Non passò molto tempo prima che si infilasse nei film d'azione napoletani. bodybuilder Steve Reeves si era appena fatto strada nei film con il suo eroe mitologico Ercole e un nuovo genere era nato, con l'esotico Chelo che si stava rapidamente dimostrando una scelta infuocata. Per prima cosa ha attirato l'attenzione con il film Nel segno di Roma (1959) [Sign of the Gladiator], in cui il suo segmento di danza carico di erotismo ha rubato il tuono proprio da sotto la stella del sesso più famosa del film, la sirena svedese Anita Ekberg .

Da lì Chelo, con il suo temperamento vulcanico, gli zigomi molto caratteristici e la criniera selvaggia di capelli scuri, ha continuato ad affascinare un certo numero di "ab" co-protagonisti muscolari, tra cui Reeves, Gordon Mitchell e Mark Forest in film d'avventura così chiari come La scimitarra del saraceno (1959); Il terrore dei barbari (1959); Maciste nella valle dei Re (1960); Il terrore della maschera rossa (1960); La regina dei tartari (1960); e Morgan il pirata (1960). Dopo le sue riprese di Quattro notti con Alba (1962), prodotto da Aldo Pomilia .

Aveva già conosciuto Pomilia nel 1960 mentre entrambi lavoravano alla produzione "Morgan the Pirate". Si sposarono un anno dopo e lei gli partorì il figlio Aldino nel 1962. Mentre visitava Aldo in Spagna, dove era il supervisore della produzione di Clint Eastwood Il western è stellare Il buono, il brutto, il cattivo (1966), ha realizzato un breve cameo muto non accreditato. Pomilia poi la produsse esecutivamente un ritorno di buon auspicio, recitando accanto al suo connazionale, nato all'Avana Tomas Milian nel cult occidentale Corri uomo corri (1968), nel ruolo di Dolores, che è probabilmente il miglior ruolo cinematografico della sua carriera. Chelo fece quindi una breve apparizione in una variazione di quel ruolo precedente, chiamato anche Dolores, in un altro cult occidentale, il bizzarro La notte dei serpenti (1969), dopo di che abbandonò la scena cinematografica e si concentrò sulla TV italiana.

Dopo la morte del marito nel 1986, Alonso si trasferì in Toscana, in Italia, dove trovò diversi interessi per tenerla occupata, tra cui l'allevamento di gatti e la gestione di un hotel / ristorante.

Luogo di nascita: Camagüey, Cuba
Data di nascita: 10/04/1933
Data di morte: 20/02/2019

Lascia un commento