5 curiosità sul film di Natale “Mamma, ho perso l’aereo”

'Mamma, ho perso l'aereo' con Macaulay Culkin è un film di Natale per tutta la famiglia. Ecco alcune curiosità sul film da snocciolare agli amici.

Curiosità , di
5 curiosità sul film di Natale “Mamma, ho perso l’aereo”

“Mamma, ho perso l’aereo”: è subito Natale!

Domanda: film cult di Natale?
Risposta: MAMMA, HO PERSO L’AEREO, of course.
Da decenni, ormai, il film di Chris Columbus è uno di quei titoli capaci di trasformare subito la normale programmazione tv nel palinsesto delle Feste natalizie, anche quando sono trasmessi a Ferragosto. Siete d’accordo?

  • Mamma, ho perso l'aereo
    6.7/10 923 voti
    Leggi la scheda

    Un film da record

    Il 16 novembre 2020, MAMMA, HO PERSO L’AEREO (Home Alone, 1990) ha festeggiato 30 anni dalla sua uscita nei cinema USA (nei cinema italiani, sarebbe stato distribuito solo il 18 gennaio 1991).
    Grazie alla sua formula perfetta di avventura e divertimento per tutta la famiglia, fu subito instant classic. La storia di un bambino che, lasciato inavvertitamente a casa da solo, a Natale, riesce a difendere la villa di famiglia dall’assalto di due ladri pasticcioni piacque subito a grandi e piccini.
    Nel solo weekend di apertura, proiettato in oltre 1200 sale statunitensi, il film con Macaulay Culkin guadagnò oltre 17 milioni di dollari, rimanendo in testa al box office USA per le successive 12 settimane. MAMMA, HO PERSO L’AEREO fu il più grande successo di quella stagione cinematografica, seguito dal film GHOST con Patrick Swayze, ed è entrato nella storia del Guinness dei Primati come la commedia in live action con il maggior incasso ottenuto a livello nazionale.
    Per la cronaca, il record è stato battuto solo 27 anni dopo dal film cinese NEVER SAY DIE (Xiu xiu de tie quan, 2017).
    Ma questo è solo uno dei tanti aneddoti legati al film. Ce ne sono altri da scoprire!

5 curiosità sul film “Mamma, ho perso l’aereo”

Come potete vedere, cliccando sulla locandina in alto e aprendo la scheda di NientePopcorn.it con trama, cast, trailer, voti e commenti, il famoso film con Macaulay Culkin è disponibile su varie piattaforme di video on demand. Ma, aspettando di rivedere presto questo film nei palinsesti televisivi, magari proprio all’interno della programmazione tv di Natale, volete saperne di più?
Ecco 5 curiosità su MAMMA, HO PERSO L’AEREO, da snocciolare ai compagni di divano in occasione del prossimo passaggio in tv del famoso film di Natale o durante uno streaming party con gli amici.

Tutto cominciò con il film “Io e zio Buck”

macaulay culkin io e zio nuck fessura lettere

Kevin McCallister nacque in questa scena di ‘Io e zio Buck’ [Photo Credit: Universal Pictures].

La regia di MAMMA HO PERSO L’AEREO è di Chris Columbus, ma la sceneggiatura del film è stata scritta (in meno di 10 giorni!) da un altro specialista della commedia americana anni Ottanta, John Hughes, il padre del Brat Pack.
L’idea per MAMMA HO PERSO L’AEREO venne a Hughes durante le riprese di un suo film, IO E ZIO BUCK (Uncle Buck, 1989), in cui recitavano due attori che, poi, avrebbero preso parte al film di Columbus: Macaulay Culkin e John Candy. Ma il cine-aneddoto non è questo.
C’è una scena di IO E ZIO BUCK in cui il pestifero Miles, il personaggio di Culkin, sottopone un aspirante babysitter a un interrogatorio, parlando attraverso una di quelle caratteristiche fessure per le lettere collocate nelle porte di ingresso delle case americane. Bang! Ecco l’ispirazione per un film incentrato interamente su un ragazzino sveglio a guardia della propria casa!
Non a caso, la scena è stata riproposta anche in MAMMA HO PERSO L’AEREO. In questo caso, Kevin (Culkin) parla con il ladro Marv (Daniel Stern), che si affaccia attraverso uno di quegli sportellini collocati nelle porte e che gli animali di casa usano per entrare e uscire da un’abitazione.

La parte di Kevin in “Mamma, ho perso l’aereo” fu scritta proprio per Macaulay Culkin

macaulay culkin mamma ho perso laereo vestagli scacchi sono luomo di casa

Macaulay Culkin era il perfetto bambino pestifero dall’aspetto angelico [Photo Credit: 20th Century Fox].

Come dicevamo, John Hughes e il piccolo Culkin avevano già lavorato insieme, prima di questo blockbuster. Il Miles di IO E ZIO BUCK è una specie di bozza di Kevin di MAMMA, HO PERSO L’AEREO. Niente storie.
Quel personaggio, che ricorda tanto il protagonista di fumetti americani come Dennis the Menace, creato nel 1951 da Hank Hetcham, o vecchi sketch comici cinematografici come quelli delle Simpatiche canaglie, è stato pensato da Hughes per essere interpretato da un solo bambino in tutto il mondo: Macaulay Culkin.
All’epoca, Culkin aveva 9 anni ed era la perfetta incarnazione del bambino pestifero dall’aspetto angelico tramandato dall’iconografia statunitense in stile Norman Rockwell: biondo, imberbe, sguardo furbo e cervello sempre acceso per progettare marachelle di ogni sorta.
Eppure, Columbus volle comunque fare un provino per il ruolo di Kevin ad altri 100 ragazzini. Inutile dire chi la spuntò…

Bonus: quelle volte in cui Macaulay Culkin ha interpretato ancora Kevin McCallister

Dopo il sequel MAMMA, HO RIPERSO L’AEREO: MI SONO SMARRITO A NEW YORK (Home Alone 2: Lost in New York, 1992), Macaulay Culkin ha interpretato ufficialmente Kevin in altre due occasioni.
La prima, nel 2015, quando ha interpretato un Kevin ormai adulto per la web series :DRYVRS (2015). Nel primo episodio, Just Me In The House By Myself, realtà e finzione si mescolano. Kevin, infatti, sembra un tipo con qualche problema di troppo, come quelli che, per anni, hanno gravato sul vero Macaulay Culkin.

Nel 2018, Google ha scritturato Culkin per uno spot pubblicitario dedicato al Google Assistant girato come una parodia di MAMMA, HO PERSO L’AEREO.

Nella realtà, nessuno potrebbe sopravvivere a ciò che Kevin fa a Marv e Harry

daniel stern mamma ho perso laereo impronta ferro da stiro faccia

L’impronta del ferro da stiro rovente sulla faccia di Marv [Photo Credit: 20th Century Fox].

Nel 2012, per conto del magazine The Weeek, il dottor Ryan St. Clair del Weill Cornell Medical College di New York ha dimostrato scientificamente che il corpo umano non è in grado di sopportare le ferite causate da Kevin ai ladri Marv (Stern) e Harry (Joe Pesci).
Per difendere casa McCallister dai ladri, Kevin realizza alcuni efficaci antifurti homemade.
Proiettili sparati da una pistola ad aria compressa sul volto e all’inguine, un ferro da stiro caldo appoggiato sulla faccia, una latta piena di vernice sbattuta sulla testa sono solo alcune delle torture inventate da Kevin per far desistere i criminali dai loro piani.
Stando al dottor St. Clair, dopo simili “trattamenti”, nella realtà, una persona non potrebbe sopravvivere. Basti pensare che lo scherzo della fiamma ossidrica che, nel film, trasforma lo scalpo di Harry in una piazza d’armi potrebbe causare danni alla pelle e al tessuto osseo del cranio tali da compromettere irreversibilmente lo stato della calotta cranica, facendola “marcire”.
A proposito: sapete che la tarantola che atterra sulla faccia di Marv era vera?

Il successo di “Mamma, ho perso l’aereo” fu tale che il film diede origine a un modo di dire

In un libro di memorie intitolato Who Killed Hollywood? And Other Essays (2000), lo sceneggiatore William Goldman ricorda che il successo improvviso e inaspettato di MAMMA, HO PERSO L’AEREO ha dato origine a un nuovo modo di dire nell’ambiente delle produzioni cinematografiche americane.
Il titolo originale del film è Home Alone (letteralmente, a casa da solo). Nel giro, si diffuse il termine home aloned (più o meno, homalonizzato), per indicare quei film che non erano riusciti ad avere il successo sperato ai botteghini, a causa dello strapotere di MAMMA, HO PERSO L’AEREO. Esempio dello sfogo di un produttore: “Il mio film ha incassato 40 milioni di dollari, ma ne avrebbe guadagnati 50 se non fosse stato home aloned!”.

“Mamma, ho perso l’aereo” è un must in Polonia

macaulay culkin market carrello pieno

Kevin McCallister ambasciatore USA in Polonia [Photo Credit: 20th Century Fox].

In Italia, la vigilia di Natale in tv non è tale se Italia 1 non trasmette UNA POLTRONA PER DUE (Trading Places, 1985), giusto?
In Polonia, succede più o meno lo stesso con MAMMA, HO PERSO L’AEREO.
Il film è diventato molto famoso in Polonia, a partire dall’inizio degli anni Novanta. La Cortina di Ferro si era dissolta poco tempo prima e tutto ciò che arrivava dagli USA era considerato speciale. Dal canto suo, il Kevin McCallister di Macaulay Culkin divenne una sorta di ambasciatore di tutto ciò che di bello il mondo occidentale poteva offrire ai Paesi dell’ex blocco comunista.
Da anni, nei giorni di Natale, il film è una presenza fissa nel palinsesto tv polacco con il titolo Kevin Sam w Domu (che, più o meno, significa: Kevin a casa da solo). Secondo un sondaggio del 2013, su una popolazione di 38 milioni di persone, almeno 1 spettatore polacco su 3 di età compresa tra i 16 e i 49 anni, guarda MAMMA, HO PERSO L’AEREO quando viene replicato in tv.

Fonti

Trivia IMDB
Wiki Home Alone.

[Foto principale: Daniel Stern, Macaulay Culkin e Joe Pesci in un’immagine promozionale di MAMMA, HO PERSO L’AEREO. Photo Credit: 20th Century Fox].

Lascia un commento

jfb_p_buttontext