Recensione su Il buio oltre la siepe

/ 19628.2202 voti

Super Atticus / 16 Gennaio 2013 in Il buio oltre la siepe

Capolavoro firmato da Robert Mulligan, colonna portante del “buon cinema” hollywoodiano, quello che per intenderci si è messo di traverso rispetto alla storia, nello specifico ad una società che negli anni sessanta era ancora profondamente segregazionista. Dal romanzo di Harper Lee non si poteva trarre di meglio; l’interpretazione di Gregory Peck è una delle cose più belle passate sugli schermi d’ogni tempo, immortale nella sua compostezza fiera, paterna, autorevole. Splendida l’atmosfera di mistero che accompagna l’infanzia dei fratellini Finch, adorabile l’amico tappetto con i braghini e la evve moscia Dill, interpretato da John Megna, personaggio basato sulla figura di Truman Capote.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext