The Big Kahuna

/ 19996.8142 voti
The Big Kahuna

Durante una convention a Whichita, tre venditori di lubrificanti industriali cercano di accaparrarsi il cliente di una vita. Dick Fuller, detto anche il grande Kahuna (il grande colpo).
Ilcinemasecondome ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Big Kahuna
Attori principali: Kevin SpaceyKevin SpaceyDanny DeVitoDanny DeVitoPeter FacinelliPeter FacinelliPaul DawsonPaul DawsonmaschioChristopher DonahueRon Komora, Frank L. Messina

Regia: maschioJohn Swanbeck
Sceneggiatura/Autore: Roger Rueff
Colonna sonora: Christopher Young
Fotografia: Anastas N. Michos
Costumi: Suzanne Kelly, Janie Bryant
Produttore: Kevin Spacey, Elie Samaha, Andrew Stevens, Gerard Guez
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Commedia
Durata: 90 minuti

Dove vedere in streaming The Big Kahuna

Paternale vade retro! / 26 Gennaio 2018 in The Big Kahuna

Un quarantenne che fa finta di dispensare consigli ad un ventenne, quando in realtà li dispensa per se stesso e per altri quarantenni come lui.

The Big Ka… gata / 11 Settembre 2014 in The Big Kahuna

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Perdonatemi per la mia durezza ma proprio non mi è piaciuto.
Dialogo a tre.
Generazioni diverse (quasi) con in teoria uno stesso obiettivo: vendere lubrificanti. Ma non tutto va come dovrebbe.
Quello che ho trovato brutto è… TUTTO!!!
Ho trovato inutile il pretesto per far vedere un giovane con una visione della vita sana, con veri principi cristiani (BLEA… da vomitare…) ma totalmente fuori luogo visto il monologo finale (da quel monologo posso dire che ho carattere visto gli innumerevoli errori che ho fatto nella mia vita e che ne sono ora a conoscenza…WOW!!!).
Kevin Spacey grande ma alla fine banale. Ti aspetti un colpo di scena, una trovata, un qualche cosa che tiri su la trama ed invece?… KEVIN… DAI… DAMMI DI PIU’… Ed invece?… Nulla…
Danni De Vito sarebbe il saggio (da li il monologo sul carattere…) ma alla fine cosa rimane?
E pensare che all’inizio mi stava prendendo pure perché ero convinto che prima o poi cambiasse direzione ed invece… VA SEMPRE DRITTO… VERSO IL BARATRO DELLA BANALITA’.
Evitatelo.
Due citazioni per salvare il film (che però non salvo):
“Certe volte ti devi tagliare via le gambe per sfuggire alle trappole della vita”… condivido…
“Con l’amore ci si prendono tanti abbagli, Ci si confonde spesso…” spessissimo aggiungerei…
Ad maiora!

Leggi tutto

5.5-6 / 17 Febbraio 2014 in The Big Kahuna

In tutta sincerità la visione di questo film non mi ha lasciato particolarmente soddisfatto. Che abbia un impianto teatrale è chiaro: 3 attori sulla scena (che altro non è che una stanza d’albergo), uno giovane e idealista, uno spietato ed utilitarista e uno più anziano e filosofico. 3 generazioni a confronto, 3 modi di intendere la vita, il lavoro, l’amore e l’amicizia e la fede (in Dio o in un’ideale).
Il problema è che lo scontro tra i tre non è particolarmente illuminante. Risentendo soprattutto ciò che dice De Vito alla fine il film inizia a prendere una sua piega ma per buona parte è tutto un pò azzardato, lasciato in superficie, o meglio, lasciato nelle mani della verve di Spacey (che in questi ruoli da il meglio di sè – vedi Il prezzo di Hollywood, Americani e Casinò Jack) e di De Vito (il migliore del trio).
Ma non basta. La sceneggiatura è buona ma non sferza mai i contenuti, ci gira intorno, ci gioca ma non li definisce. Ci sono un sacco di frasi buone per citazioni ma poca sostanza alla base (la diversità di vedute si risolve in una banalità).
Per ora rimango scettico. proverò a rivederlo per capire se una seconda visione offre qualcosa di più.

Leggi tutto

Un piccolo Grande film / 3 Gennaio 2014 in The Big Kahuna

Nel mio personalissimo cofanetto di imperdibili The Big K. trova sicuramente posto, se amate i contenuti, sapete apprezzare i dialoghi, le pause, il linguaggio gestuale degli attori, The Big K. potrebbe piacervi. E’ incredibile come, con pochi mezzi una buona idea e la performance di due più uno attori strepitosi si possa plasmare un opera di tale spessore. Non mi soffermerò sulla trama, che è semplicemente la cartina tornasole per analizzare l’ Uomo, il maschio, nelle sue debolezze, fantasie, stereotipi di mezza età. E’ difficile portare sullo schermo l’essenza di una vera amicizia tra due attori per quanto bravi, ma il regista col supporto dei fantastici Danny De Vito e Kevin Spacey riesce magicamente nell’intento, (indimenticabile la telefonata di buonanotte tra i due).
Consiglio vivamente di vedere questo film da soli, dopo aver staccato il telefono, senza interruzioni moleste , tutto di un fiato, senza grandissime aspettative, ma senza nemmeno pregiudizi, godetevelo sino alla fine dei titoli di coda. Un film da gustarsi, da conservarsi nella memoria, da vedere e rivedere, da apprezzare, lasciandosi coinvolgere come se si fosse parte della storia, al tavolo con un bicchiere in mano, o al bancone del bar servendo cocktails improvvisati. Per tanti sarà amore vero,… “accetta il consiglio per questa volta…”

Leggi tutto

Il monologo / 16 Giugno 2013 in The Big Kahuna

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il finale. La parte che mi è rimasta più impressa di tutto il film.
E’ uno di quei monologhi che ti ritrovi a ripescare dalla tua mente, quando ti trovi perso in un momento della tua vita, e senti che nessuno riesce a consigliarti come uscirne fuori.
“Fa una cosa quando sei nel panico: canta!”