Recensione su Into Darkness - Star Trek

/ 20137.3252 voti

19 Giugno 2013

J.J. Abrams è riuscito a farmi apprezzare anche la saga di Star Trek di cui un tempo non ero per nulla appassionato.
L’inizio è subito incalzante con il capitano Kirk in fuga su un pianeta agli albori mentre Spock cerca di salvarli dall’eruzione di un vulcano; il comportamento di Kirk in questa azione gli costa una visita dall’ammiraglio Pike che lo degrada al ruolo di primo ufficiale.
Nel frattempo si introduce pian piano l’avvento di un nuovo nemico all’orizzonte, un terrorista John Harrison, che avvicina un membro della flotta stellare per poi far esplodere l’archivio.
Grande azione e ritmo con ottimi effetti speciali e una buona resa in 3d; il cast è quello del primo film con l’aggiunta, notevole, di Alice Eve (scoperta in “Crossing over”) nei panni di un nuovo membro dell’equipaggio per Kirk e soci. Kirk (il brvo Chris Pine) sempre un pò impulsivo e poco ligio alle regole che fa ovviamente da contrasto con l’impassibile e sincero Spock, Zachary Quinto (che prosegue nella relazione, a volte complicata, con Uhra ovvero Zoe Saldana). Simpatico e divertente Simon Pegg (Scott), ottimi anche il dottore McCoy (Karl Urban) e Anton Yelchin (Pavel). Ma da sottolineare è il “cattivo” Khan interpretato da Benedict Kumberbatch.

1 commento

  1. Suna / 29 Ottobre 2013

    Ho trovato la storia alquanto ampollosa e con i soliti buchi di cui persino io, che mi ritengo piuttosto di bocca buona, ho notato (tipo, nello ‘scontro di strategia e logica’ tra Khan e Spock, come fa Khan, essere umano geneticamente creato per essere superiore in ogni aspetto, a non considerare l’opzione “cercherà di fregarmi, in fondo sono dei siluri!”, proprio non l’ho capito ma vabeh…). Però la spettacolarità c’è, visivamente è un bel giro in giostra, tutto sommato fila in maniera godibile e gli attori mi risultano convincenti.
    Benedict Cumberbatch, che si riconferma mio attore preferito del momento, è semplicemente meraviglioso e regge da solo tutto il film. Da guardare RIGOROSAMENTE in Inglese per godersi 1) l’accento scozzese di Scotty e 2) soprattutto la recitazione di Cumberbatch che arriva a momenti da pelle d’oca.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext